12.3 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Barcolana 2014, «l’arrivo davanti a Piazza Unita’ rende Trieste protagonista»

SPORT – Nuova veste per la competizione più importante del Mediterraneo; nelle parole del presidente SVBG «l’importante è stupire senza rinunciare alla tradizione»

IMG_0365 copia

Poche sedie all’ombra della pineta e uno schermo abbarbicato sul fianco di un camioncino, il tutto incastonato nella semplice cornice di un circolo nautico: la Società Velica di Barcola e Grignano mostra così la facciata più autentica della Barcolana 2014 – giunta ormai alla sua quarantaseiesima edizione e presentata oggi con la complicità del bel tempo dinanzi alle autorità e rappresentanze del mondo politico.

IMG_0425 copia

Tutti appassionati di vela, o quasi; la Barcolana ha infatti smesso da anni di essere una semplice regata trasformandosi in spazio espositivo, investimento e piazza d’affari non solo per i grandi nomi ma per la stessa Trieste. Una tendenza che il presidente della SVBG, Mitja Gialuz, ha voluto enfatizzare anticipando alcuni dei punti principali di quest’edizione: in primis la necessità di coinvolgere non più appassionati ma anche il semplice cittadino, farlo emozionare e divertire – rinnovando il parco delle attività “a terra” oltre che quello delle varie competizioni velistiche – fino a rivoluzionare addirittura il percorso di gara.

«Per trasformare la regata in uno spettacolo visibile anche da terra e rendere Trieste direttamente protagonista» ha annunciato durante la conferenza, «quest’anno la competizione terminerà di fronte a Piazza Unità». Un vero e proprio regalo al pubblico più genuino, che insieme all’importante partnership con Illy e Kimbo cercherà anche di aumentare la partecipazione alla manifestazione senza snaturarla ulteriormente.

IMG_0354 copia

Finora, infatti, sono stati i numeri negativi a farla da padrone: negli ultimi anni oltre 150 iscrizioni perse, una notevole falla che ha rischiato di trascinare a picco la grandeur dell’evento, tra investimenti vacillanti e visibilità mancata; ecco spiegata la decisione di rendere più accessibile e spettacolare la regata, aggiungendo competizioni, offrendo una piattaforma web al passo coi tempi capace di strizzare l’occhio anche al turista incuriosito.

Ulteriori dettagli, hanno annunciato gli organizzatori, saranno svelati nei prossimi mesi; c’è attesa, tralasciato l’ambito velistico, di conoscere le attività che saranno proposte, tra eventi (come il FuoriRegata – un insieme di appuntamenti in luoghi suggestivi del centro ispirati al mare) e concerti (Barcolana in Musica, il 10 e l’11 ottobre) nonchè l’estensione del Villaggio targato Barcolana; un insieme di punti interrogativi che potranno fare la fortuna della manifestazione e che si alterneranno dal 3 al 12 ottobre, giorno della regata.

IMG_0369 copia

Nel frattempo un piccolo omaggio a Ottavio Missoni, nel manifesto ufficiale realizzato dal figlio Luca, che ricorda la figura del grande artista e del suo amore per la Barcolana regalando alla città un’opera ricca di colori anche se priva di vele: un’interpretazione intima del rapporto di Ottavio col mare e della bellezza delle sue tinte.

 

 

 

Fulvio Enrico Bullo

 

riproduzione riservata

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore