Fisco, dal Mas (FI) si scaglia contro riforma catasto: “È patrimoniale mascherata”

15.09.2021  17.00 | “Forza Italia è al governo per abbassare le tasse, non certo per prestarsi a giochetti come la riforma del catasto che come conseguenza potrebbero avere una nuova stangata fiscale come quella che nel 2010 il governo Monti impose a tutti i proprietari di immobili con l’IMU.”.

Così il senatore di Forza Italia, Franco dal Mas, si è espresso in un comunicato stampa riguardo alla possibile riforma del catasto, che sarebbe parte della riforma fiscale attualmente allo studio.

“Il settore immobiliare, proprio quello in cui si concentrano i risparmi degli italiani, è il più tartassato, con un aumento esponenziale della tassazione nell’ultimo decennio – spiega dal Mas – a fronte di un’assenza totale di riforme, quali, per citarne solo una, la cedolare sulle locazioni commerciali. Uno strumento che nel residenziale ha dimostrato che riducendo la tassazione si aumenta il gettito.”.

“Oggi – continua il senatore azzurro – si rispolverano antichi progetti di riforma catastale che avrebbero come conseguenza un aumento della pressione fiscale sulla casa. Eppure, nelle aree interne del nostro Paese, già oggi ci sono immobili che valgono zero, perché non hanno mercato, ma pagano centinaia se non migliaia di euro l’anno di IMU.”.

Per dal Mas, siffatta riforma catastale altro non sarebbe che una sorta di tassa patrimoniale cammuffata: “La Costituzione afferma che le tasse devono corrispondere alla capacità contributiva dei singoli – conclude il forzista – non è tempo per una nuova patrimoniale mascherata”.
C.S. Franco dal Mas