14.5 C
Trieste
giovedì, 29 Settembre 2022

Testamento biologico bozza

Inserire qui l’occhiello dell’articolo ( sostituendo questo testo )

Inserire qui l’immagine dell’articolo ( 962px larga!!! ) ( sostituire questo testo con l’immagine ! )

Argomento “eticamente sensibile”, da tempo ormai protagonista di accesi dibattiti. È il caso del Dat o testamento biologico. Notizia di ieri, l’esecutivo comunale ha approvato nella seduta di lunedì la proposta di delibera consiliare per l’istituzione del servizio per il deposito e la custodia delle Dichiarazioni anticipate di trattamento. «Con tale provvedimento – si legge in una nota – si intende prendere atto e venire incontro alle richieste espresse da molti cittadini che hanno manifestato in vario modo il desiderio di sottoscrivere dichiarazioni anticipate di volontà sui trattamenti sanitari a cui potrebbe essere sottoposto o meno chi non fosse più in grado di esprimere il proprio consenso o il proprio dissenso informato».

Diversi Comuni italiani – come viene rilevato nella stessa Delibera – sono già intervenuti in materia istituendo un servizio di registrazione di tali dichiarazioni di volontà. Recentemente una raccolta di firme è stata presentata alla Presidenza del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia anche nell’intento di richiedere che le suddette dichiarazioni possano venir registrate sulla Carta regionale dei servizi che ha – come noto – funzione di tessera sanitaria elettronica.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore