10.1 C
Trieste
domenica, 4 Dicembre 2022

Pallacanestro, una grande Trieste cade contro un’audace Milano

21.11.2022 – 07:00 – I ragazzi della Pallacanestro Trieste 2004 nella serata di ieri sono scesi sul parquet del Forum di Assago per affrontare l’Olimpia EA Milano nel settimo turno di Serie A. Con una formazione al completo grazie al reintegro di Lever, i giuliani hanno di fronte un’Armani con diverse assenze per infortunio, come quelli di Datome, Tonut, Baron e Shavon Shields, ma che può contare comunque su un roster di livello assoluto. Ad aprire le danze nella prima frazione è Trieste con una tripla di Gaines alla quale fa seguito la pronta risposta di Milano con un canestro da tre. Al quinto minuto sul 9-5 Coach Legovich chiama il primo timeout della partita. Ritornati in campo Trieste si ritrova affidandosi al tiro dalla lunga distanza fino a sfiorare il sorpasso sul 18-16 al settimo minuto. Milano non si fa cogliere impreparata e allunga fino alla fine della prima frazione alzando la pressione offensiva fino allo scadere dei primi dieci minuti sul 25-19.

La seconda frazione si apre con una bomba di Bossi che riporta i giuliani a solo un possesso dai padroni di casa. Milano cerca di ostacolare una Trieste volitiva, in grado di tenere il ritmo, e prova ad allungare con le triple di Mitrou-Long facendo segnare il +9. Al canadese risponde AJ Pacher, capace di far male dall’arco, che alla metà del secondo periodo porta la sua squadra sul 30-26. Davis e Bartley finalizzano due contropiedi portando Trieste sul – 2. Al sesto minuto, Frank Bartley riequilibra il punteggio sul 30-30 dando il là al primo vantaggio dei giuliani grazie a un altro tiro dai 6,75 di AJ Pacher. Milano accorcia con Ricci ma è ancora Trieste ad avere la meglio e con Bartley, al nono minuto, si porta sul +5. Milano prova a reagire limitando i danni e aumentando l’intensità. Trieste non si fa impensierire e chiude il secondo quarto con una tripla sulla sirena del solito Bartley, che mette a referto 16 punti in appena 17 minuti in campo. 38-42 il parziale al termine della frazione.

Ritornata in campo dopo l’intervallo lungo, Trieste riparte forte con Davis tuttavia senza concretizzare. Milano continua a dimostrare le sue qualità in difesa. A quattro minuti dalla ripresa Pangos ristabilisce le gerarchie e riporta in equilibrio il parziale sul 48-48. Gaines non ci sta e rimessa la sfera in campo segna il tiro del +2. Brandon-Davies dalla lunetta e Melli dal pitturato ridanno il vantaggio ai meneghini. Milano sembra a questo punto della gara aver ritrovato il feeling con i tiri dalla distanza e infila un 3/3 che segna il primo break pesante per gli uomini di Legovich. Alla metà del periodo Davis e Lever accorciano il gap ristabilendo ancora una volta l’equilibrio sul 53-53. Milano gioca bene in attacco ma concretizza poco grazie alla buona prestazione della difesa triestina. La squadra di Legovich c’è e continua a spingere ribattendo colpo su colpo. La formazione di Messina negli ultimi frangenti del periodo trova la quadra e avanza con Pangos, Davies e Mitrou-Long raggiungendo le otto lunghezze di vantaggio. 65-57, il parziale al termine del terzo quarto.

Vildera apre le danze nell’ultimo quarto con un semigancio, subito annullato però dai 3 punti dalla parte opposta di Davon Hall.  Capitan Deangeli mette il suo nome a referto con un 2/2 ai liberi frutto di una penetrazione. Polveri bagnate per un paio di minuti su entrambi i lati del campo, il digiuno è interrotto da un contropiede di Hall che porta coach Legovich a interrompere il gioco per mettere ordine. Ricci al rientro in campo allunga ancora su Trieste portando i suoi sul +14, subito portato a +11 da un Bartley che prova a riaccendersi. Un antisportivo di Vildera su Biligha e Davon hall da 3 segnano un solco di +16, ritoccato poi da Mitrou-Long (7/12 da tre in partita) che porta il massimo vantaggio sul +19 a 5’40” ancora da giocare. Milano cerca di abbassare il ritmo nell’ultima parte del match, trovando comunque punti importanti dai soliti Mitrou Long e Hall che non smettono di colpire dalla distanza, a cui rispondo le soluzioni offensive di Bartley e Gaines. Ci sono minuti nel finale di gara anche per Matteo Rolli, che calca per la prima volta il parquet del Forum di Assago. 98 a 81 il risultato finale.

Trieste esce a testa alta dal campo in un incontro giocato ad un elevatissimo livello di intensità, per oltre metà alla pari con la squadra di Messina. I biancorossi torneranno subito al lavoro per preparare l’importante sfida di sabato prossimo all’Allianz Dome, quando i ragazzi di coach Legovich affronteranno la Leonessa Brescia sul parquet di casa.

Il commento di Coach Marco Legovich a fine partita:

“Penso che la squadra nei primi venti minuti si sia comportata molto bene e abbiamo eseguito quello che abbiamo preparato in questa settimana di lavoro. Siamo entrati in partita anche con qualche accorgimento tattico che ha dato i suoi frutti. Poi nel secondo tempo è venuta fuori la forza di Milano che ha trovato fiducia nel tiro da tre e ad un certo punto eravamo in balia della sua fisicità che onestamente non possiamo pareggiare. Ci siamo spenti in alcuni tratti in malo modo e non meritavamo di finire così. Prendiamo le cose positive dei primi due quarti di una partita molto difficile, perché venire a giocare a Milano non è semplice per nessuno e continueremo a lavorare affinché questi down come quelli visti nel secondo tempo non si verifichino più. Abbiamo messo quello potevamo in campo fino alla prima parte di partita; poi, quando le nostre energie sono andate a finire, Milano è riuscita a mettere in campo fisicità, bravura, trovando percentuali da tre al limite della perfezione. Il 10 su 19 negli ultimi venti minuti ci ha praticamente piegato le gambe quindi prendiamo quanto c’è stato di positivo per portarlo in campo già la prossima settimana contro Brescia”.

Il tabellino:

OLIMPIA EMPORIO ARMANI MILANO 1936 – PALLACANESTRO TRIESTE 2004: 98-81. OLIMPIA EMPORIO ARMANI MILANO 1936: Alviti 0, Davies 16, Hall 18, Melli 7, Pangos 12, Baldasso 0, Biligha 6, Mitrou-Long 23, Ricci 5, Miccoli 2, Thomas 2, Voigtmann 7. All. Messina. PALLACANESTRO TRIESTE 2004: Bartley 28, Davis 10, Gaines 12, Pacher 10, Spencer 2, Bossi 5, Campogrande 0, Deangeli 2, Lever 3, Rolli 0, Vildera 9. All. Legovich. Parziali: 25-19, 38-42, 65-57, 98-71. Arbitri: Baldini, Borgioni, Catani

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore