13.6 C
Trieste
giovedì, 6 Ottobre 2022

Marchio, strutture, sponsor e media: parla il presidente della Triestina

17.09.2022 – La Triestina si prepara ad affrontare, alle 14,30 di oggi (sabato 17 settembre) la Pro Vercelli. Ma, nel frattempo, il presidente della società alabardata Simone Giacomini ha parlato, ieri (venerdì 16 settembre), in conferenza stampa, chiarendo tutta una serie di dubbi che nelle ultime settimane avevano circondato la società nelle ultime settimane: dalla questione legata al marchio alle polemiche con alcuni organi di informazione circolate negli scorsi giorni, senza dimenticare argomenti come le sponsorizzazioni e le strutture sportive.

“L’argomento marchio – è il primo argomento toccato dal presidente – è una cosa che stiamo approfondendo.”. La questione è complessa: il marchio appartiene ai tifosi, che lo hanno sempre concesso alle diverse società che si sono succedute alla guida della Triestina ma che sono restii a cederne la proprietà. Per Giacomini, il punto di vista dei tifosi è certamente comprensibile. Ma, spiega il proprietario “ho comprato la Triestina ed essendone il proprietario, mi piacerebbe averlo in casa. Posto che il calcio è dei tifosi e noi non vogliamo assolutamente andare allo scontro – sottolinea il presidente, che però mette in chiaro il proprio punto di vista – Tanti tifosi devono però anche capire che dietro un marchio c’è tutto un business con le potenzialità che questo comporta. Ho il quadro di quello che è stato fatto, di quello che stiamo facendo e di quello che vorremmo fare, magari nel giro di un po’ di tempo saranno i tifosi stessi ad abbracciare questa proposta. È una cosa che alla fine conviene a tutti. Comodato d’uso gratuito? Non è come averlo in casa”.

Giacomini passa quindi all’argomento strutture, altro tema che in casa Triestina ha creato qualche grattacapo negli ultimi anni: “Non abbiamo ancora avuto modo di parlare col Comune per l’utilizzo ‘extra campo’ dello stadio, prima i campi di allenamento, di certo vogliamo fare qualcosa per Trieste e la Triestina in questo senso.”. Nel cassetto c’è anche il progetto Ferrini, ereditato dalla vecchia proprietà: “Stiamo valutando se il “Ferrini” sia la soluzione migliore o se siano meglio delle proposte alternative, poi con il Comune si va avanti anche a parlare dell’utilizzo dello stadio.”.

Nel frattempo, l’Unione sembra essere tornata attraente anche per degli sponsor e Giacomini spiega: “Quanto ai nuovi sponsor abbiamo avuto grande apertura, ricevendo proposte davvero eccezionali. E sul lato commerciale, anche ‘matchando’ con il mondo Stardust, stiamo avendo riscontri molto importanti”.

Infine, il presidente prova a spiegare le incomprensioni con i media cittadini degli ultimi tempi: “L’organico completamente nuovo ci ha portato a difendere il gruppo per favorirne la reciproca conoscenza. Ci sarà naturalmente modo per avere una maggiore apertura, nel frattempo vi invito a seguire i nostri social per trovare contenuti e notizie relative ai giocatori e al lavoro della società. Non c’è stata alcuna chiusura – sottolinea il presidente – solo una scelta ponderata e ragionata. I giocatori così come il Mister saranno naturalmente contenti di poter parlare di volta in volta con i giornalisti”.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore