22.1 C
Trieste
martedì, 5 Luglio 2022

Vela, Giraglia beffarda per Arca: il successo sfuma nel finale

18.06.2022 – Si è conclusa anche l’edizione 2022, la numero 69, della Giraglia e per una volta Arca SGR, il Maxi100 condotto dal Fast and Furio Sailing Team, deve accontentarsi di un secondo posto, interrompendo così la striscia vincente di inizio stagione (che aveva visto il team triestino trionfare nella Regata dei tre Golfi e nel Trofeo Cetilar) e cedendo lo scettro di vincitore che deteneva dopo il successo nella medesima regata del 2021. Un secondo posto, peraltro, beffardo: perché Arca ha condotto la regata per gran parte del tempo venendo beffata da Magic Carpet 3 soltanto nelle ultimissime battute.

Nelle 243 miglia nautiche che separano Saint Tropez da Genova, passando per l’isola corsa di Giraglia (che dà il nome alla competizione), a farla da padrona è stata l’assenza di vento insieme ai tanti buchi d’aria. Arca ha condotto la regata sin dalle primissime miglia ma, poco dopo aver doppiato Giraglia, è stata sopravanzata da Magic Carpet 3. Superati nuovamente gli avversari, Arca non è però riuscita a mantenere il primato fino alla fine e proprio nel finale è stata superata nuovamente, stavolta in modo decisivo, dall’equipaggio che ha poi vinto la regata.

Naturalmente, la delusione del timoniere Furio Benussi è fortissima. “Questa edizione della Giraglia è stata una regata davvero complicatissima sotto l’aspetto tattico” spiega Benussi “in cui si doveva rischiare e dove era molto facile sbagliare. Una regata caratterizzata da una serie infinita di start/stop in cui nessuno di fatto riusciva ad allungare sugli avversari fino in fondo.”. Le condizioni di scarso vento hanno costretto Arca a cercare rotte diverse per provare ad assicurarsi qualche vantaggio: “Per raggiungere la Giraglia – ricostruisce il timoniere – abbiamo scelto di allungare non di poco la rotta andando a caccia di zone di maggior pressione stando più a nord e questo sembrava aver pagato. Abbiamo approcciato la Giraglia in testa e li ci siamo fermati venendo superati da Magic Carpet 3 che poi a nostra volta abbiamo ripassato proprio in corrispondenza dello scoglio, per soli 9 secondi ingaggiati dall’interno.”. A quel punto, secondo Benussi, è arrivata la vera svolta della regata: “Abbiamo quindi provato nuovamente ad allungare, ma di fatto si è sempre trattato di un elastico e nel nostro duello con Magic Carpet 3 si è aggiunto ad un certo punto anche Tango, con il resto del gruppo dei maxi anch’esso in recupero rispetto alla testa della regata avvicinandoci a Genova. Nelle ultime miglia ci siamo trovati nella condizione di dover controllare due attacchi, quello di Magic Carpet 3, posizionatosi più a terra da un lato e quello di Tango dal lato opposto. Le ultime ore sono state davvero eterne e con l’unica speranza di avere una piccola mini-raffica su un mare totalmente piatto. In questo testa a testa incredibile e snervante, spinti più dalla corrente che dal vento, Magic Carpet 3 è stato più veloce di noi quel tanto che bastava, mettendo tra noi e lui un distacco di 190 metri che, per dare un’idea della situazione, abbiamo percorso in 25 minuti.”.

C’è delusione per il risultato finale, ma Benussi ritiene di aver ben poco da rimproverare a sé e al suo equipaggio: “Il secondo posto ci lascia ovviamente l’amaro in bocca – ammette Benussi – ma non possiamo recriminare e come sempre abbiamo provato a dare il massimo anche se questa volta non è bastato ma questa è la vela e queste sono le regate dove chi vince ha sempre ragione.”. Il timoniere di Arca fa rende quindi i giusti meriti ai vincitori, ma ne approfitta per rilanciare la sfida: “Complimenti e onore ai vincitori che si sono presi la rivincita e a questo punto non potremo mancare alla “bella” del prossimo anno qui alla Giraglia con Magic Carpet 3 e non solo.”.  Il futuro, comunque, è molto più vicino: Benussi e i suoi guardano infatti alle competizioni di questa estate: “Ora il programma di sviluppo della nostra barca prosegue per essere al via ad agosto alla Palermo-Montecarlo” conclude Benussi.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore