21.5 C
Trieste
giovedì, 18 Agosto 2022

Trieste, Scala dei Cappuccini, situazione di degrado tra San Giusto e il centro città

08.06.2022 – 13:15 – C’è malumore tra i residenti di Barriera Vecchia. Gli abitanti della zona ad ovest del popoloso Rione cittadino, quello a ridosso del Colle di San Giusto, lamentano ormai da tempo lo scarso senso di sicurezza e pulizia del loro quartiere, in particolar modo per quanto riguarda l’area presso la quale sorge la celebre “Scala dei Cappuccini”, scalinata di collegamento tra la Via Pondares e la Via Capitolina la quale unisce il centro cittadino con il percorso in salita che termina dinanzi alla cattedrale del patrono di Trieste. Tra le maggiori criticità indicate dalla cittadinanza c’è soprattutto la condizione di degrado in cui versano gli spazi vedi a ridosso della Scala i quali sono costantemente ricolmi di immondizie di vario genere, dalle deiezioni canine agli imballaggi di cibi consumati in loco come i cartoni della pizza, dei panini di un vicino fast food, ma anche sacchetti di patatine e una grande quantità di lattine di birra, bottiglie di superalcolici e pacchetti di sigarette. Talvolta, come spiegato dai residenti, è possibile trovare anche interi sacchi ricolmi di pattume indifferenziato, abbandonati nei pressi del piccolo cestino urbano (ora rimosso) o addirittura sui piani della scalinata stessa. Immondizie che, secondo quanto riferito dagli abitanti della zona, aumentano con maggiore intensità nel weekend. Il tutto, contornato da un fortissimo olezzo di urina percepibile su tutti i ripiani della scala. Come annunciato in precedenza, tale situazione non è qualcosa di inedito ma bensì un fenomeno che si protrae da diversi anni e sul quale purtroppo, ben poco si è fatto fino ad oggi per debellarlo.

Nel febbraio del 2021, i consiglieri di Fratelli d’Italia della V Circoscrizione, accolte le segnalazioni dei residenti, avevano provveduto a stilare, presso il parlamentino circoscrizionale, il testo di una mozione ad hoc da presentare al Municipio nella quale si era chiesto di installare una telecamera di videosorveglianza ed un monitoraggio più frequente dell’area da parte delle Forze dell’Ordine.

“Il progetto per l’installazione di una nuova telecamera di videosorveglianza – ha dichiarato l’Assessore Comunale alla Sicurezza, Maurizio De Blasio, – è già stato approvato dal Municipio e ora è in corso l’iter per la sua realizzazione. Purtroppo come ben sappiamo è difficile stimare i tempi per la sua installazione ma il progetto si farà in quanto tornerà utile anche in funzione della sicurezza della vicina scuola”. “Al momento, – ha continuato De Blasio – l’area di Scala dei Capuccini non è monitorata da particolari servizi di controllo della Polizia Locale in quanto non rientra nelle aree ritenute maggiormente sensibili della nostra Città. Tuttavia, visto l’aumento delle segnalazioni da parte dei cittadini, provvederemo ad inviare in loco qualche unità in più oltre al regolare servizio standard attualmente in funzione” – ha concluso l’Assessore.

Nelle scorse ore, in seguito ad ulteriori mozioni avanzate dagli esponenti del Gruppo Misto in data 30 Maggio e dai membri di AdessoTrieste e Punto Franco in data 6 Giugno, è stato pubblicato sul sito del Comune di Trieste, l’annuncio di convocazione dei consiglieri della V Circoscrizione per le ore 20:00 di Martedì 14 Giugno 2022 presso la sede di Via dei Modiano, per la trattazione di diversi temi tra i quali proprio il miglioramento dello stato della Scala dei Cappuccini e relativi accorgimenti da adottare. Attualmente, la pulizia della Scala è di competenza di AcegasApsAmga mentre le aiuole sono di competenza del Comune di Trieste.

Nel frattempo, alcuni volontari triestini, per ovviare ai tempi lunghi della burocrazia, in attesa di una risposta concreta da parte delle istituzioni, si sono dichiarati intenzionati a rimboccarsi le maniche per ripulire personalmente l’area con guanti, paletta e sacchi neri. “Il neonato gruppo del GAAST, che si occupa anche di pulizie ambientali, si è reso disponibile a dare una mano per la pulizia della Scala dei Cappuccini. Noi come gruppo vogliamo collaborare anche con le varie circoscrizioni per combattere il degrado ambientale che si trova nei nostri rioni”, – ha dichiarato Fabio Mergiani, uno dei fondatori del gruppo volontaristico che nelle scorse settimane si è impegnato anche sull’Altipiano Carsico Triestino per la pulizia di boschi ed aree verdi.

 

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore