31.2 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

Esami di maturità 2022, verso la prova orale

25.06.2022 – 08.00 – Manca meno di una settimana alla fine degli esami di maturità. Superata la prima e affrontata la seconda, ai maturandi del 2022 manca solo la prova orale (il quizzone in terza prova è stato abolito a partire dalla maturità 2019). Il 21,2% degli studenti, per la prima giornata d’esame, ha scelto la traccia che parte da un brano tratto dal libro “Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello”, di Vera Gheno e Bruno Mastroianni, dedicata alle potenzialità e ai rischi di un mondo iperconnesso. Il 18% delle candidate e dei candidati ha invece optato per la traccia che parte da un brano tratto dal libro “La sola colpa di essere nati”, di Gherardo Colombo e Liliana Segre, che proponeva una riflessione sulle leggi razziali. Al terzo posto, con il 16,5% delle preferenze, l’analisi del testo tratto da “Nedda. Bozzetto siciliano” di Giovanni Verga. Il 15,8% dei candidati si è cimentato con il tema della musica, a partire da un brano tratto da “Musicofilia” di Oliver Sacks. Il 14% delle studentesse e degli studenti ha scelto la traccia che partiva da un passaggio del libro “Perché una Costituzione della Terra?” di Luigi Ferrajoli. L’11,6% ha preferito quella che faceva riferimento al discorso pronunciato l’8 ottobre 2021 alla Camera dei Deputati dal Premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi. Infine, il 2,9% delle studentesse e degli studenti ha scelto l’analisi della poesia “La via ferrata” di Giovanni Pascoli.
La traccia più scelta a livello nazionale è anche quella preferita negli Istituti tecnici (24%) e negli Istituti professionali (26,9%). Nei Licei i ragazzi hanno preferito la traccia su Verga (21,5%). La seconda prova, improntata sulle materie d’indirizzo, è stata scelta e costruita dalle commissioni esclusivamente sugli argomenti affrontati in classe durante l’anno, ed è questa la vera rivoluzione: gli scorsi anni, con gli argomenti inviati direttamente dal ministero, poteva capitare un po’ di tutto. Infine l’orale. Si aprirà con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione (un testo, un documento, un problema, un progetto). Nel corso del colloquio il candidato dovrà dimostrare di aver acquisito i contenuti e i metodi delle singole discipline e, soprattutto, di aver maturato le competenze di educazione civica. Analizzerà poi, con una breve relazione o un lavoro multimediale, le esperienze fatte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. La Commissione sarà composta da sei commissari interni e un presidente esterno.

b.b

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore