20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Pallanuoto, Trieste sfiora l’impresa, ma ai rigori vince Brescia: si va a gara3

14.05.2022 – Impresa soltanto sfiorata per la Pallanuoto Trieste, che per qualche istante di gara2 delle semifinali Scudetto ha accarezzato il sogno di accedere alla finale Scudetto chiudendo la serie senza bisogno della “bella”. E invece è andata diversamente: perché il Brescia porta gara2 ai rigori e lì vince 13-14, allungando la serie fino a mercoledì 18 maggio, quando alle 20, a Mompiano, si disputerà la bella, che deciderà quale sarà la squadra a disputare la finale Scudetto. Certo, al Trieste è comunque servita una bella scossa: i giuliani, a metà del secondo periodo, perdevano 0-7 (2-8 a metà partita) e hanno dovuto compiere una rimonta clamorosa nella seconda metà di partita.

TRIESTE-BRESCIA 9-9 (13-14 d.t.r.): LA CRONACA
Come detto, la prima parte di gara è un monologo bresciano: gli ospiti sono sullo 0-3 già a metà del primo periodo con Luongo, Presciutti e Vapenski, che fissano il punteggio del primo periodo. Il Trieste fatica, il Brescia ne approfitta e dilaga a inizio secondo periodo, con Lazic, Luongo, Dolce e Presciutti che spingono i campioni d’Italia addirittura sullo 0-7. Un punteggio, contro simili avversari, che scoraggerebbe chiunque. Gli alabardati comunque abbozzano una reazione e si sbloccano con Bego e Mezzarobba, prima della rete di Bicari che fissa sul 2-8 il punteggio a metà partita.
Andamento opposto nella seconda metà di partita. A 40″ dall’inizio del terzo periodo Mezzarobba guida la riscossa alabardata, proseguita poi da Buljubasic, Bini e Petronio che accorciano fino al 6-8 di inizio quarto periodo, per una partita che adesso è davvero apertissima. Gli alabardati completano il micidiale break di 7-0 nel quarto periodo, con Buljubasic, Podgornik e Mezzarobba che portano addirittura in vantaggio gli uomini di Bettini, poi raggiunti però dal 9-9 finale di Presciutti. Si va quindi ai rigori e ne servono ben sette per parte. A decretare il successo bresciano in gara2 è il gol di Presciutti, a seguito degli errori di Petronio e Mezzarobba (che vede parati entrambi i propri tentativi).

TRIESTE-BRESCIA 9-9 (13-14 d.t.r.) – IL TABELLINO
Trieste-Brescia: 9-9 (13-14 d.t.r; 0-3; 2-5; 4-0; 3-1).
Trieste: Oliva, Podgornik 1, Petronio 1, Buljubasic 2, Vrlic, Jankovic, Bego 1, Mezzarobba 3, Razzi, Inaba, Bini 1, Mladossich, Cattarini. Allenatore: Bettini.
Brescia: Tesanovic, Dolce 1, Presciutti 3, Bicari 1, Lazovic 1, Vapenski 1, Renzuto Iodice, T. Gianazza, Alesiani, Luongo 2, Di Somma, Gitto, M. Gianazza. Allenatore: Bovo.
Arbitri: Carmignani, Lo Dico.
TEMPI REGOLAMENTARI CONCLUSI 9-9. RIGORI: comincia Trieste. Petronio gol, Renzuto gol, Mezzarobba parato, Presciutti gol, Razzi gol, Lungo parato, Buljubasic gol, Vapenski gol, Vrlic gol, Alesiani gol, Petronio alto, Renzuto parato, Mezzarobba parato, Presciutti gol 13-14. Usciti per limite di falli Di Somma (B) nel secondo, Ynaba (T) nel terzo, Bini e Mladossich (T) e Lazic (B) nel quarto tempo. Nel terzo tempo oliva para un rigore a Presciutti. Spettatori 900.
[E.R.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore