30.3 C
Trieste
domenica, 3 Luglio 2022

Congedo mestruale, Spagna pronta ad accogliere Disegno di Legge

17.05.2022 – 09:00 – La coalizione di Centrosinistra al Congresso dei Deputati, ha trovato l’accordo per introdurre il congedo da dolori mestruali per le donne lavoratrici; un permesso, coperto dallo Stato, che sarà garantito (per un massimo di 3 giorni al mese) come “permesso speciale” e variabile a seconda delle indicazioni prescritte dal medico del richiedente. Il disegno di legge, il quale comprenderà una più ampia gamma di misure in favore dei diritti delle donne, potrebbe essere approvato quest’oggi presso il Consiglio dei Ministri. In seguito, passerà al vaglio del Parlamento. “Saremo il primo Paese in Europa a proporlo”, ha affermato il Ministro alle Pari Opportunità, Irene Montero, ai microfoni di radio Cadena Ser, stazione radio madrileña. Secondo quanto confermato da Montero, il permesso non includerà tuttavia l’IVA ridotta al 4% su prodotti igienici femminili come gli assorbenti, un provvedimento inizialmente contemplato nell’ambito delle precedenti discussioni parlamentari. La possibilità di introdurre il permesso del cosiddetto “congedo mestruale” era stata oggetto nelle scorse settimane di dibattito nel Governo, spaccando letteralmente la maggioranza composta dagli esponenti del Partito Socialista e di Unidas Podemos (il partito del Ministro Montero). La socialista Nadia Calviño, una delle esponenti più influenti del Governo, aveva infatti raffreddato gli animi dichiarando che “L’esecutivo non adotterà mai misure che possano provocare una stigmatizzazione delle donne”. Opinione opposta, poi, è arrivata dal Ministro del Lavoro, Yolanda Díaz (Unidas Podemos) la quale ha asserito che “Bisogna adottare politiche di genere nel mondo del lavoro e questa lo è; pertanto sono completamente a favore”. Pareri ostili erano stati espressi infine anche dai due principali sindacati, UGT e Comisiones Obreras.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore