21.6 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Comune di Trieste, invariati i costi della TARI per il 2022

06.05.2022 – 14:00 – Si è tenuta questa mattina presso la Sala Giunta del Palazzo Municipale di Trieste, la confernza stampa di presentazione di quanto deliberato nelle scorse ore dalla Giunta del Comune di Trieste in merito al pagamento della TARI (Tassa sui Rifiuti) per il corrente anno. Il Municipio, ha deciso per il 2022 di lasciare invariate le tariffe della suddetta imposta per un totale di 38 milioni e mezzo circa, dei quali, un milione, è stato recuperato grazie all’intensificazione della lotta all’evasione, procedura che ha permesso al Comune di ridurre l’importo complessivo annuo che nel 2021 era pari a 39 milioni e mezzo. La decisione di non aumentare la pressione fiscale su famiglie ed imprese ha indotto il Municipio a compiere uno sforzo importante ma in grado di confermare la volontà dell’Amministrazione di andare incontro alle esigenze dei cittadini e sostenere le aziende del territorio come alberghi, ristoranti, bar, negozi e case vacanze le quali avranno una riduzione del 50%, come già accaduto nel 2020 e nel 2021. “I costi, ha precisato l’Assessore al Bilancio Evrest Bertoli – , sono stati suddivisi tra utenze domestiche e utenze non domestiche in base alla percentuale di ripartizione del gettito del 2021 corrispondente al 59.54% (utenze domestiche) e al 40,46% (utenze non domestiche)”. Inoltre, sempre secondo quanto riferito dall’Assessore al tavolo odierno, “è stata confermata la proroga dei pagamenti dilazionabili in due rate; più precisamente il 30 settembre e il 2 dicembre. Chi volesse, potrà comunque pagare in un’unica soluzione”. I parametri con i quali saranno decretati i valori dell’imposta riguardano i metri quadi dell’abitazione o del pubblico esercizio, e il numero di componenti del nucleo famigliare. La parte variabile per le attività economiche riguarda i codici Ateco (tranne quelle aziende che si rivolgono a privati e non al servizio pubblico). Le tariffe saranno sottoposte, a fine maggio, all’approvazione da parte del Consiglio Comunale.

“L’intenzione del Comune di Trieste e dei suoi uffici per quest’anno è stata quella di preparare un piano economico finanziario sulla tassa rifiuti che non comportasse aumenti a carico delle famiglie e delle imprese. Quest’anno non solo le tariffe TARI non aumenteranno ma, seppur lievemente, per le famiglie saranno abbassate dell’1 e 2,5% in base ai componenti del nucleo famigliare”. “Inoltre – ha continuato Bertoli – con la delibera firmata in data 5 maggio 2022, si è deciso di prorogare la scadenza del pagamento che in origine era stata calendarizzata per il prossimo mese di giugno mentre invece ora, sia per famiglie che per attività commerciali è stata prorogata al 30 settembre e al 2 dicembre, oppure in un’unica soluzione tutta a Settembre”. “Chi negli scorsi anni, secondo quanto consentito dalla normativa nazionale, ha deciso di uscire dal servizio pubblico dei rifiuti del Comune di Trieste eseguito da AcegasApsAmga, – ha sottolineato l’Assessore – non beneficerà in alcun modo di questa misura ma pagherà appieno la parte fissa”.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore