Zls, Bolzonello (PD) reclama: “Consiglio sia coinvolto come partenariato”

14.01.2022 – 18.00 | «Il processo per la costituzione delle Zone logistiche semplificate (Zls), che avranno un ruolo centrale per lo sviluppo futuro dell’economia della nostra regione, sta assumendo sempre più le sembianze di una storia interminabile e davvero poco edificante per il Consiglio regionale. Nella fase di ascolto e accordi economici che ha giustamente coinvolto i vari portatori di interesse, è mancato il legittimo coinvolgimento dei consiglieri regionali. Ora, giunti alle battute finali ribadiamo la necessità di essere partenariato e poter rappresentare le istanze socioeconomiche dei territori». Lo afferma il consigliere regionale Sergio Bolzonello (Pd) che attraverso un’interrogazione alla Giunta regionale ha ribadito la necessità di partecipazione dei consiglieri regionali alla fase conclusiva sull’istituzione della Zona logistica semplificata (Zls) in Friuli Venezia Giulia.
«Da mesi chiediamo di poter ottenere informazioni sulla definizione delle Zls e di esserne partenariato. Così come si sono convocati, in questi mesi, gli stakeholder del territorio per raccogliere le loro osservazioni sull’individuazione dei territori dove andrà a operare la Zona logistica semplificata, richiediamo che anche i consiglieri regionali, in quanto rappresentanti dei rispettivi territori, vengano coinvolti nel processo di confronto». Inoltre Bolzonello sottolinea, «la mancanza di chiarezza nel comprendere chi sta guidando, all’interno della Giunta, questo importante processo. Nonostante l’iter sia ormai alle battute finali dopo la definizione degli Afr (Aiuti di Stato a finalità regionale), va coinvolto il Consiglio regionale non nella sua funzione di legislatore ma come partenariato. Infine – conclude Bolzonello – l’auspicio è che la definizione delle Zls sia inserita in una chiave strategica economica basata soprattutto sul sistema logistico del Fvg e che non diventi luogo di rivendicazioni meramente territoriali».
C.S. Sergio Bolzonello (PD)