17.1 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Capre selvatiche “a spasso”, ma da dove arrivano?

20.01.2022 – 08.00 – È di qualche settimana fa questa foto, che immortala un branco di capre selvatiche sulla sede stradale al valico di Basovizza. Dall’immagine si evince chiaramente che si tratta di un branco, piuttosto ben nutrito, uscito dal sottobosco. Viene spontaneo associarle alle capre che vivono da anni in Val Rosandra anche se non vi è certezza che questo gregge sia proprio uno di quelli che popolano l’area. Ma da dove arrivano questi animali? Il primo piccolo gregge giunse in valle dieci anni fa dalla vicina Slovenia. Da allora, grazie all’assenza di predatori naturali, il gregge è aumentato di numero e ora se ne contano ben ottanta che abitano questa meravigliosa valle. Qualche anno fa venne persino lanciato un allarme, in cui si riteneva che questi animali siano responsabili di ingenti danni all’ecosistema, nutrendosi di vari tipi di piante, e fautori di valanghe, rappresentando così un pericolo per l’essere umano. Nel 2018 si stava pensando a un piano di abbattimento di numerosi capi, poi si è passati al voler spostare alcuni esemplari dalla valle, con l’intento di allontanarli e non abbatterli. Questo perché, in fin dei conti, non si poteva sparare lungo i torrioni e i ghiaioni scoscesi. A questo proposito la giunta comunale aveva inserito, all’interno del programma previsionale di spesa per la gestione corrente della Riserva per l’anno 2019, alla voce “studi, monitoraggi, ricerche”, ben 6.500 euro utilizzati per allestire un tavolo di confronto con esperti del settore e tecnici allo scopo di trovare il sistema più efficace per allontanarle e per garantirne la sopravvivenza. Non è dato sapere se questo gregge sia uno dei tanti che popola la Val Rosandra, o se si sia spostato in mezzo alla strada in cerca di cibo o di contatto con l’essere umano. Intanto, le capre selvatiche possono ancora scorrazzare libere e indisturbate lungo le pareti rocciose della valle, animando quel luogo, già magico, con le loro acrobazie e i loro equilibrismi.
[d.s]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore