20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Calcio Femminile, la triestina Sara Gama con la Juventus fino al 2024

16.01.2022 – 09:10 – Reduce da un 2021 ricco di successi e dalla recentissima conquista della Supercoppa Italiana lo scorso  8 Gennaio, la calciatrice triestina Sara Gama, capitana della Nazionale Femminile di Calcio e della Juventus Women, ha rinnovato il suo contratto con le bianconere fino al 2024. A darne l’annuncio è la stessa Juventus, con un comunicato pubblicato sul proprio sito ufficiale. “Sara è un pilastro della squadra sin dal primo giorno, da quando ancora in pochissimi avrebbero potuto immaginare ciò che sarebbe stato costruito stagione dopo stagione. In quel progetto divenuto sempre più grande e vincente, lei è sempre stata in prima linea. In campo e fuori, con quella fascia stretta intorno al braccio a rappresentare una missione cui ha adempiuto con tutta sé stessa. E vuole continuare a farlo. Sono otto i trofei alzati al cielo con la Juve fin qui. Novantatré le presenze. Infinite le emozioni condivise con un gruppo straordinario. Le ultime in Champions League, con l’ingresso tra le prime otto d’Europa, e in Supercoppa Femminile, con la conquista della terza di fila. Altri grandi passi compiuti insieme, con lo sguardo già rivolto ai prossimi obiettivi. Non vediamo l’ora di inseguirli! Congratulazioni, Sara”, conclude la nota della Juve.

Dopo 4 anni di militanza con le zebre torinesi, 64 presenze e 2 reti siglate, Sara Gama ha prolungato suo contratto per altre due stagioni; due annate nelle quali la gioatrice triestina, ex San Marco e Tavagnacco, proverà a conquistare con le sue compagne ulteriori e inediti trofei che ancora mancano al suo palmares già molto ricco; primo su tutti, la tanto bramata coppa dalle grandi orecchie della Champions League. “Nuove sfide da affrontare, gli stessi colori addosso. Con questa maglia, insieme alle mie compagne, abbiamo scritto pagine importanti nella storia del calcio italiano – ha commentato Gama sui suoi canali social -. Italiano, unico aggettivo da accostare: perché siamo a pieno diritto nella storia di questo bellissimo sport che è universale e che lo sarà ancora di più in quest’anno di passaggio verso il professionismo. Tutto quello che desideriamo è davanti a noi e parte sempre da qui: continuità e lavoro per crescere assieme. Felice di essere parte di tutto questo” – ha concluso la calciatrice.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore