La Trieste scientifica critica la chiusura dei TGR notturni

02.12.2021 – 12.05 – L’eterogenea collezione di enti e aziende, di scuole e associazioni che compone la Trieste “scientifica” si schiera contro la cancellazione delle edizioni notturne del TG Regionale della Rai. Una scelta che ha sollevato più di un malumore, anche tra i partiti politici.
In particolare hanno espresso, in una nota congiunta, la propria contrarietà AREA Science Park di Trieste, l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste (OGS), la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste (SISSA) e l’Università degli Studi di Trieste (UNITS).
“Manifestiamo la nostra preoccupazione per la notizia della cancellazione” – ribadiscono gli enti.

“Come istituzioni di ricerca, innovazione e alta formazione radicate a livello nazionale, internazionale ma anche regionale – prosegue la nota stampa – crediamo fortemente che l’informazione di qualità, uno dei presidi della democrazia, debba esprimersi compiutamente a partire dal racconto delle realtà locali, particolarmente prezioso per lo sviluppo dei territori e delle comunità”.

“La soppressione dei Tgr notturni va a nostro modo di vedere in direzione opposta, riducendo il diritto all’informazione e limitando il lavoro di professionisti che contribuiscono in modo significativo a dare indispensabile rappresentanza mediatica alle ricadute socio-economiche e culturali del sistema scientifico e dell’innovazione del Friuli Venezia Giulia, motivo di vanto della nostra Regione. Ci auguriamo pertanto un cambio di rotta e anzi un rilancio dell’informazione regionale” concludono gli enti.

[i.v.]