8.7 C
Trieste
sabato, 3 Dicembre 2022

Bilancio2022, da Giunta grande soddisfazione per la manovra

18.12.2021 – 15.00 | “È una legge di Stabilità che punta sullo sviluppo e sulla crescita di una Regione che non si accontenta di essere quella che ha aumentato di più l’export in Italia dopo la sola Emilia Romagna. È una legge che segna risorse senza precedenti per la sanità e che per la famiglia vede quadruplicati i finanziamenti dal tempo in cui questa Giunta e questa maggioranza si sono insediate”. È con queste parole che il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha accolto l’approvazione da parte del Consiglio Regionale della manovra di bilancio 2022, arrivata nelle prime ore di quest’oggi, sabato 18 dicembre. Una manovra che stanzia complessivamente 4,7 miliardi di euro, diventando di fatto la più ricca della storia della Regione, il cui percorso di approvazione è stato lungo e complesso. A riconoscerlo, lo stesso Governatore, che ha poi aggiunto che questo percorso ” è premiato da una tenuta dell’occupazione senza pari e da una forte crescita del Pil“, oltre che dall'”attrazione degli investimenti” e dalla “crescita delle attività produttive“. Fedriga ha quindi tenuto a ringraziare tutta la Giunta regionale per il lungo lavoro svolto nella preparazione della manovra.
“Non solo dà risposte a tutti i settori della comunità regionale, ma aggiunge una forte spinta nel segno dell’innovazione e della competitività del Friuli Venezia Giulia” ha commentato la titolare della delega alle Finanze, Barbara Zilli, che ha sottolineato come la manovra stanzi per il 2022 ben 266 milioni di euro in più rispetto a quanto accaduto per l’anno precedente. Le misure adottate, evidenzia l’assessore, porteranno a “iniziative di
investimento strutturale per il nostro territorio, impegnato nella grande sfida di uscire dalla crisi dettata dalla pandemia e di riproporsi come la locomotiva del Nordest“. Tutti obiettivi resi possibili, secondo Zilli, dal grande lavoro di Fedriga, in particolare grazie alla capacità del Governatore di stipulare il patto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze “permettendo al Friuli Venezia Giulia di non essere più la Cenerentola delle ‘speciali’ e di poter trattenere nelle casse regionali a disposizione del territorio 2 miliardi di euro per i prossimi cinque anni“.
La maggior parte dei fondi stanziati (2,9 miliardi di euro) sono stati destinati alla sanità, con un focus notevole su quella territoriale: “Il fatto che questa Amministrazione creda profondamente nella centralità e nel rafforzamento della sanità territoriale è dimostrato in maniera oggettiva dalle risorse stanziate” ha commentato il vicegovernatore Riccardo Riccardi, titolare della delega alla sanità.
Grande soddisfazione arriva anche dal resto della Giunta: l’assessore al Lavoro e all’Istruzione, Alessia Rosolen, ricordando che la manovra destinerà “155 milioni spalmati tra fondi per il diritto allo studio, formazione, famiglia e lavoro” e che questi sono settori su cui l’Amministrazione regionale “ha costruito la sua azione anche per il 2022”, ha poi ricordato che “in questo momento ci troviamo di fronte ad una fase importante della nuova programmazione europea 2021-27, la quale si intersecherà con ulteriori risorse che metteremo in campo attraverso il fondo sociale europeo e tutte le attività connesse al Pnrr“. L’assessore alle Infrastrutture e al Territorio, Graziano Pizzimenti, dando conto delle diverse poste stanziate per i settori di sua competenza (che riceveranno in totale fondi per complessivi 445 milioni), ha sottolineato come il sostegno agli Enti locali sia uno dei punti nodali della manovra messa in campo dalla Regione, mentre l’assessore alla Cultura e allo Sport, Tiziana Gibelli, parlando dei 58 milioni stanziati dalla Regione per le iniziative che da qui ai prossimi anni si svolgeranno nel territorio del Friuli Venezia Giulia (con un’attenzione particolare a Eyof 2023 e Go2025) ha anticipato che vi saranno diversi altri eventi programmati dall’Amministrazione che faranno da “apripista” nel corso dei prossimi anni ai due su menzionati.
E.R.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore