Pozzuoli, Villa Comunale dedicata a Pierluigi Rotta, l’agente ucciso a Trieste il 4 Ottobre 2019

25.11.2021 – 07:00 – Con una cerimonia, che si è svolta nella mattinata di ieri alla presenza del capo della Polizia Lamberto Giannini, la città di Pozzuoli (NA) ha voluto intitolare la Villa Comunale alla memoria di un suo figlio, dedicandola a Pierluigi Rotta, l’agente ucciso in Questura a Trieste il 4 ottobre 2019. All’intitolazione erano inoltre presenti il questore di Napoli Alessandro Giuliano, il sindaco della cittadina Vincenzo Figliolia e i familiari di Pierluigi. Prima dello scoprimento della targa di intitolazione c’è stata una breve esibizione della Fanfara della Polizia, che accompagnata dal coro degli alunni delle scuole elementari e medie del comprensorio scolastico di Pozzuoli, ha eseguito la marcia di ordinanza “Giocondità” e l’Inno d’Italia.

Nel suo intervento, il capo della Polizia Giannini ha sottolineato come “Questi sono momenti molto importanti per la famiglia della Polizia di Stato, per la famiglia di Pierluigi. Sono momenti scolpiti nella nostra memoria. È molto bello essere in un luogo simbolo di una città, frequentato da tutti i cittadini e dai bambini, che potranno vedere un nome scritto sul marmo, ma che è in realtà ben scolpito nei nostri cuori. Io ritengo che i caduti della Polizia di Stato e delle forze dell’ordine sono un qualcosa che non ci lasciano mai, sono un esempio di persone che hanno fatto fino in fondo il loro dovere e che ci guidano e ci debbono guidare ogni giorno nel nostro percorso. Sono certo che anche le tante persone che passeranno qui come i bambini, potranno avere qualcuno che gli racconti quello che è accaduto perché è importante avere degli esempi”.

CS