26.3 C
Trieste
domenica, 7 Agosto 2022

Lutto “dolciario”: chiude la storica pasticceria Penso

16.11.2021 – 11.55 – Vetrine colme di dolci retaggio della tradizione giuliana: dalle putizze, alle pinze, ai presnitz; passando agli immancabili krapfen, alle torte, alle fave; senza dimenticare torreggianti creazioni ad hoc per matrimoni e comunioni, quei barocchi capolavori di pasticceria sfavillanti di zucchero bianco che luccicavano dalle vetrine. Un altro tassello della Trieste storica che serra i battenti, consegnandosi ai ricordi che furono: ha infatti chiuso da oggi la Pasticceria Penso di via Diaz, in attività dal 1918. Centotre anni di pura pasticceria, senza mai cedere alla tentazione di trasformarsi in una panetteria, ma all’insegna di una tradizione dolciaria sopravvissuta a conflitti mondiali e alle crisi economiche… Ma non all’emergenza Covid e ai continui lockdown, abbattutosi su un’attività prestigiosa, ma collocata in una zona di Trieste dagli alti costi di gestione.
Un’intervista de Il Piccolo ai gestori non chiarisce le motivazioni della chiusura; sebbene si adducano i due anni di pandemia Covid e il conseguente stralcio dei consumi della popolazione; accanto a ciò emerge il peso degli alti costi di locazione di via Diaz. Sebbene i gestori puntualizzano che il zoccolo duro della clientela affezionata non sia mai realmente scomparso. L’ideale evoluzione della Pasticceria sarà – nella vicina Piazza Venezia – il “Penso Caffè” dove i gestori sperano di poter trasferire anche il laboratorio.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore