18.6 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Giornata Mondiale delle Vittime della Strada, il report della Polizia di Stato

21.11.2021 – 10: 40 – Lo sforzo della Polizia di Stato, attraverso la Polizia Stradale, per contenere il numero dei sinistri mortali si esprime nelle oltre 397.000 pattuglie schierate sul territorio dall’inizio dell’anno, che hanno permesso di accertare più di 1.500.000 infrazioni, di ritirare 21.255 patenti di guida , con 2.477.333 punti decurtati. Ma gli incidenti stradali sono causati nella maggior parte dei casi dai comportamento sbagliati dei conducenti e dal mancato rispetto del codice della strada. E’ una questione di responsabilità individuale poiché i controlli di polizia, da soli, non potranno mai essere sufficienti se, contemporaneamente, chi si mette alla guida non mostra attenzione, con la propria condotta, al rispetto della vita propria ed altrui.

Per questo motivo l’obiettivo della Polizia di Stato è quello di sensibilizzare gli automobilisti sui rischi derivanti da comportamenti errati alla guida, anche attraverso campagne di prevenzione ed informazione sulla sicurezza stradale. Sono numero le iniziative che riflettono l’impegno sotto il profilo comunicativo, informativo e gli accordi con enti ed istituzioni che cui la Polizia di Stato condivide obiettivi di riduzione della mortalità stradale.

Le iniziative dedicate all’educazione stradale sono indirizzare non solo agli automobilisti, ma anche ai giovani, futuri conducenti del domani, attraverso le diffusione nelle scuole della cultura della legalità, della prevenzione e la promozione dei corretti stili di vita, favorendo la partecipazione di insegnanti, studenti e genitori alle attività organizzate, consolidando il rapporto di cooperazione in tema di sicurezza della mobilità, di riduzione dell’incidentalità di prevenzione e promozione di comportamenti più responsabili.

La cultura della guida sicura è un valore comune ed in impegno corale perché la strada è di tutti e tutti dobbiamo fare la nostra parte per sentirci coinvolti, adottando e pretendendo dagli altri condotte di guida corrette. Più in particolare, nella nostra regione, nel corso del corrente anno, ai servizi programmati mensilmente a livello regionale, sono stati affiancati dispositivi specifici, secondo il modello delle “Operazioni Alto Impatto”, incentrati su tematiche particolarmente rilevanti (uso del telefono cellulare, sistemi di ritenuta…).

Nel periodo di riferimento sono state impiegate, in questa attività specifica, 1020 pattuglie, che hanno elevato 11064 sanzioni. Sono stati effettuati altresì posti di controllo specifici, per il contrasto della guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, che hanno portato al ritiro di 171 patenti di guida.

A tali attività si sono aggiunti, nel periodo considerato, servizi organizzati dal network europeo Roadpol, volti a sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee, al fine di ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali. Lo stesso network promuove anche periodiche campagne, svolte contemporaneamente in tutta Europa in relazione a specifiche tematiche da ritenersi strategiche, quali: velocità, traporto passeggeri e merci, cinture di sicurezza, alcool e droga.

Si ritiene opportuno ricordare, una volta di più, che i comportamenti più inadeguati dei conducenti più di frequente rilevati sono la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza e la velocità troppo elevata). Le violazioni al Codice della Strada più sanzionate risultano essere, infatti, l’eccesso di velocità, il mancato uso dei dispositivi di sicurezza e l’uso del telefono alla guida.

In questa occasione la memoria va a tutte le vittime di incidenti, e quindi anche agli appartenenti alle Forze di Polizia che percorrono quotidianamente le nostre strade per compiere il proprio dovere.

Da sempre l’uniforme indossata dagli operatori della Polizia Stradale può dirsi intessuta di impegno, sacrificio, abnegazione: i valori su cui si fonda l’azione della Specialità e che fondano la missione dei suoi appartenenti che talvolta può arrivare ad assumere i tratti del sacrificio, anche estremo; gli uomini e le donne della Polizia Stradale che fino ad oggi hanno dato la vita nello svolgimento del loro servizio, un tributo altissimo che non va mai dimenticato e che dovrebbe indurre ogni utente della strada a riflettere sulla assoluta necessità di conformare la propria condotta alla guida a quanto previsto dal Codice della Strada.

CS

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore