Assestamento, V Commissione approva Misure intersettoriali

14.10.2021 – 19.00 | Anche la V Commissione consiliare permanente, presieduta da Diego Bernardis (Lega), ha espresso parere favorevole a maggioranza sulle parti di competenza sul disegno di legge 147 Misure finanziarie intersettoriali (Assestamento Bis).

Nello specifico, il disco verde ha riguardato gli articoli 6 (13 commi dedicati al settore Beni e attività culturali, Sport e Tempo libero) e 9 (6 commi incentrati su Autonomie locali, Funzione pubblica, Sicurezza, Politiche dell’immigrazione, Corregionali all’estero e Lingue minoritarie).

Il secondo articolo sotto esame ha coinvolto per diretta competenza l’assessore regionale Pierpaolo Roberti che si è soffermato in particolare sulla necessità di consentire l’ammissibilità a rendicontazione delle spese per l’acquisto di attrezzature informatiche a vantaggio di enti, associazioni e istituzioni dei corregionali all’estero in considerazione delle ripercussioni provocate dal perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Inoltre, viene previsto un contributo di 8mila euro per l’Associazione Plodar di Sappada per l’organizzazione dell’Assemblea annuale ordinaria del Comitato unitario delle isole linguistiche storiche germaniche in Italia.

Assente l’assessore Fvg a Cultura e Sport, Tiziana Gibelli, sono stati i suoi uffici a dettagliare riguardo i contenuti dell’articolo 6 che parte dall’esigenza di prorogare anche per il 2022 gli importi minimi già prefissati delle erogazioni liberali (2mila euro per micro imprese e persone fisiche, 3mila per le piccole imprese e 5mila per medie-grandi imprese e fondazioni) che i mecenati sono tenuti a erogare a favore dei progetti per accedere alla misura dell’Art bonus.

Inoltre, l’Amministrazione regionale viene autorizzata a finanziare con un milione di euro, tramite Informest (Agenzia per lo Sviluppo e la Cooperazione economica internazionale), lo scorrimento della graduatoria dei progetti ammissibili con partner sul territorio regionale e presentati nell’ambito del Bando 2021 per la selezione legata al Progetto europeo Diva.

A vantaggio dei progetti di rilancio degli impianti natatori, già finanziati nel 2021, vengono spostati a tutto il 2022 i termini di realizzazione e al 30 giugno 2023 quelli di rendicontazione delle spese, mentre simile allargamento dei termini riguarda anche le domande di incentivo annuale a progetti o programmi triennali in tema di attività culturali. Al Cluster regionale cultura e creatività viene infine concessa la possibilità di svolgere anche nel 2022 l’attività prevista dal programma triennale, utilizzando le risorse già concesse nel triennio 2019-2021 o da concedere anche nel 2021.
C.S. Consiglio regionale