20.8 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

La sottile arte del ricatto! (Briciole e vendita di libri)

08.09.2021 – 07.00 – Forse pochi di voi sapranno che pubblicare un libro comporta dei costi di stampa e di editing!
Quindi priorità degli scrittori che non frequentano abitualmente le spiagge di Capalbio e i palchi dei festival della Versiliana non è tanto vincere un Campiello, uno Strega o un Nonino, né una candidatura al Nobel per la letteratura e tanto meno un sigillo trecentesco della città o una candidatura come portaombrelli in una lista per le comunali. È bensì recuperare in fretta tali costi, prima di un pignoramento degli scatoloni contenenti i libri da parte della banca.
Eh sì… perché sembrerà strano ai lettori, ma nonostante i proclami stellati sembra che la povertà non sia stata abolita!
Inoltre è un po’ di anni che non tratto “Gratta & Vinci” in tabaccheria, anche perché non ho una cuccia del cane, dove eventualmente nascondere quello vincente!

Allora noi scrittori, “che siamo piccoli ma cresceremo… e allora, virgola, ce la faremo…” abbiamo l’esigenza fisica, morale e materiale di vendere ed escogitare piani diabolici per riuscirci, anche a costo di essere subdoli ed invadenti.
Onestamente non so come facciano gli altri colleghi ad imporre la loro arte, in un mondo dominato da indifferenza e superficialità. In una realtà dove ha sempre la meglio la priorità sbagliata, che non è purtroppo di certo quella di leggere un buon libro! Insomma curiosità e generosità ne escono inesorabilmente sconfitte! E quindi cosa ci resta?
Cosa ci può suggerire il nostro ingegno? Io, nel mio piccolo, dopo aver sfruttato le mie armi principali, cioè fascino, intelligenza e simpatia, e aver accantonato il baratto, a causa delle prestazioni sessuali scadenti che sono in grado di offrire, ho deciso di dedicarmi come “extrema ratio” al ricatto!

Tutti quelli a me vicini ne sono stati più o meno vittime, anche i parenti più stretti, con l’esclusione di mia madre, che aveva molta carne al fuoco da contrapporre, tipo la lasagna, il condizionatore in casa e la stiratura della biancheria. A parte lei nessuno è riuscito ad evitare il supplizio! “O compri il libro, oppure brucio tutte le copie de “Il Piccolo””! “O prendi almeno due copie, oppure la tua marca di sigarette preferita te la sogni”!… questo sono stato costretto a dire ai miei clienti. “O fai un acquisto alla settimana, oppure mi metto nudo sul balcone”… questo era la minaccia nei confronti della mia avvenente vicina, costretta per questo a cambiare casa! “O comprate almeno tre copie a testa oppure non vi porto più l’antipasto di polpo al pranzetto domenicale”!… questo l’irrinunciabile scambio offerto ai miei amici! “O lo acquisti, pure con sovrapprezzo… oppure vengo al tuo matrimonio con una delle mie camicie a scacchi”!… questo ho detto alla mia ex! Ma lei è un tipo tosto e non ha ancora ceduto al ricatto, ma lo farà!

Nessuno sfugge alle mie grinfie! Capisci bene che se annunci al tuo dentista di non fare più la pulizia del tartaro, il suo sogno di nuova decappottabile va in fumo! Se dici al tuo assicuratore che vuoi disdire tutte le polizze che ti ha fatto sottoscrivere in questi anni, egli non esiterà a comprare una scatola intera da smerciare in agenzia, per evitare un futuro ricorso al reddito di cittadinanza. Se minacci il tuo salumiere o pasticcere di fiducia di metterti a dieta, capisci bene che otto libri sono un male necessario per garantirsi un futuro economicamente stabile e sereno per lui e la sua famiglia!
Nessuno resterà impunito: analfabeti fieri di esserlo, stranieri che non sanno una parola d’italiano, personaggi che hanno Dylan Dog e Topolino come grandi classici da libreria, tirchi patologici con i centesimi di rame in cassaforte.

Non temo niente e nessuno, nemmeno chi mi dice che rompo con i miei appelli e le mie provocazioni, o me lo fa intuire con delicate parole di stima. Sono in grado di vendere termosifoni nel Sahara e condizionatori alle isole Svalbard, vocabolari ai partecipanti del GF, fettine di scottona piemontese al circolo dei vegani!
Sono riuscito persino a vendere una copia al volo ad un ultras, mentre era intento a lanciare un motorino dalla curva!
La battaglia per la sopravvivenza è appena iniziata! Non ci sono regole in guerra e in amore, e nemmeno in letteratura moderna! Non si fanno prigionieri! “Il mio regno per un capitolo” è il grido di battaglia! Perché: con o senza il mio libro è l’unico modo di misurare il tempo che avete!

M.L.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore