Trieste Photo Days, al via in autunno l’ottava edizione

10.08.2021 – 13.00 – Grandi ospiti internazionali, mostre collaterali, progetti fotografici di carattere letterario, incontri, workshop e masterclass. Torna Trieste Photo Days, che si terrà in un circuito di sedi espositive a partire già da agosto con una serie di eventi in anteprima che si svolgono fuori città (Photo Days Tour) con mostre a Parenzo, Roma, San Daniele del Friuli, Cormòns, Sacile e al Trieste Airport.
A partire dal 28 ottobre e sino al 1° novembre la rassegna vedrà la partecipazione del fotogiornalista Paolo Pellegrin e del celebre reporter Francesco Cito; in collegamento anche Bruce Gilden, icona vivente della street photography e presidente della giuria di URBAN Photo Awards 2021. 
Non mancheranno i vernissage, che faranno da contorno all’evento e che metteranno in mostra i lavori di URBAN Photo Awards 2021 e non solo: alla Biblioteca statale Stelio Crise verrà allestita la grande mostra “Tales of the Unwritten” dedicata ai grandi collettivi internazionali di street photography e agli autori coinvolti nel progetto.
Il Civico Museo d’Arte Orientale ospiterà un imperdibile opening personale di Graziano Perotti, “Sri Lanka Stories”; Stazione Rogers ospiterà invece la mostra collettiva “Utopia Melara”, a cura di Graziano Perotti, dedicata all’edificio simbolo di Trieste. “Trieste Photo Young” verrà invece ospitata dalla Sala Fittke.

Spazio all’editoria con la presentazione dei volumi fotografici che coinvolgono fotografi dai cinque continenti: saranno presentati anche il meraviglioso volume del Bruce Gilden Special Prize, con serie fotografiche dello stesso Gilden e di altri 10 fortunati autori selezionati direttamente dal maestro americano.
L’incontro di presentazione del progetto Antarctica di Paolo Pellegrin inaugurerà nella mattina di domenica 31 ottobre la serie di incontri organizzati da Trieste Photo Days, che proseguiranno con talk, seminari, workshop e focus sulla fotografia.

Trieste Photo Days è promosso dall’associazione culturale dotART di Trieste con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura, della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, della Fondazione Pietro Pittini e in collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche e il Servizio Promozione Turistica, Eventi Culturali e Sportivi del Comune di Trieste e il Ministero della Cultura Segretariato regionale FVG.

b.b