19.5 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Natura, anima e corpo insieme per la settima edizione de “L’Energia dei Luoghi. Festival del Vento e della Pietra”

12.08.2021 – 12.30 – Duino Aurisina è pronto ad accogliere per la sua settima edizione “L’Energia dei Luoghi. Festival del Vento e della Pietra”: una manifestazione artistica che unirà uomo e natura, trasformando vento in anima e pietra in corpo, alla ricerca di quell’equilibrio tra forze creative che possa aprire le porte a nuovi universi di pensiero e relazione.
Un programma ricco e variegato che è stato presentato oggi, giovedì 12 agosto, e che si articolerà in esposizioni, incontri, sperimentazioni artistiche, residenze di scultura e fotografia, land art, proiezioni, conferenze, laboratori, seminari scientifici, escursioni, itinerari creativi e percorsi storico naturalistici con visita alle cave, alle aziende del marmo e a un prezioso parco di scultura contemporanea.

L’evento si svolgerà dal 17 agosto al 31 ottobre, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, del Comune di Duino Aurisina, della Fondazione Pietro Pittini e de Le Fondazione Casali e sarà diretto da Marina Cobal e Fabiola Faidiga (Presidente di Casa C.A.V.E.), con la partecipazione progettuale e il coordinamento di Flavia Fortin, Maddalena Giuffrida, Annalisa Spoljaric e con la curatela di Maria Campitelli, Eva Comuzzi, Mila Lazić, Massimo Premuda.
“Fra allegoria e realtà – ha sottolineato la presidente dell’Associazione Fabiola Faidiga durante la conferenza stampa di presentazione della rassegna, alla quale era presente anche l’Assessore al territorio del Comune di Duino Aurisina, Massimo Romita – proporremo un’indagine nel fantastico, scoprendo possibili riflessi sull’oggi attraverso il coinvolgimento di importanti istituzioni accademiche nazionali e internazionali e con la collaborazione di aziende del marmo, agriturismi, fattorie, circoli, associazioni e esercenti del territorio”.

“Una rassegna – ha aggiunto Fabiola Faidiga – che ha come secondo importante obiettivo quello di lavorare, insieme a istituzioni e associazioni locali, alla creazione dell’Ecomuseo delle Cave e della Pietra di Aurisina, futuro volano per uno sviluppo turistico e culturale del territorio. Un fertile “viavai”, dove il il vento è anima e la pietra è corpo, alla ricerca di quell’equilibrio fra forze creative che possa aprire le porte a nuovi universi di pensiero e relazione”.
Fra i tanti eventi in programma, si segnalano:

  • il Progetto transfrontaliero di residenze di scultura “IL FAVOLOSO VIAGGIO NELLA PIETRA DI AURISINA”, ideato da Fabiola Faidiga e Maddalena Giuffrida, a cura della critica d’arte Eva Comuzzi che, attraverso la ricerca artistica contemporanea, ispirandosi al mondo allegorico degli erbari, bestiari e lapidari medievali, accoglierà in residenza presso alcune strutture ricettive del territorio (Agriturismi Juna e Radovic) due importanti maestri scultori, Edi Carrer e Alberto Fiorin, e quattro studenti dell’Accademia di Belle Arti di Venezia e della Scuola di Scalpellini / Šolski Center Srečka Kosovela di Sežana (Slovenia). Il marmo sarà donato dall’azienda Pizzul e i laboratori si terranno presso le aziende marmifere Andrea Mervic e Marmi Cortese, che apriranno le porte non solo agli scultori ma anche ad alcune visite guidate curate da Estplore. Seguirà Mostra e Tavola Rotonda;
  • la Mostra internazionale “SE DA CONTRARI VENTI È COMBATTUTO”, che giungerà presso la Casa Rurale di Duino, in collaborazione con il Circolo Velico di Duino, il Museo della Bora e la DoubleRoom Arti Visive di Trieste, a cura di Massimo Premuda, il cui titolo è tratto da una terzina della Divina Commedia, ipoteticamente scritta dal sommo poeta nel corso della visita al Castello di Duino: «Io venni in luogo d’ogni luce muto / che mugghia come fa mar per tempesta / se da contrari venti è combattuto» e vedrà in mostra opere di Lojze Spacal, Nika Furlani, Davide Maria Palusa, Sara Paschini, Damir Stojnić e le sperimentazioni a 360° di Fluido.Digital Experience con maschere immersive;
  • la Land Art, con le “MERAVIGLIE NEL PARCO” che quest’anno, curata da Maria Campielli, porterà magnifiche installazioni naturali a forma di animali fantastici presso l’Adventure Park Trieste di Ceroglie, costruite e installate sul posto dagli artisti Cecilia Donaggio Luzzato Fegitz, Pierpaolo Ciana, Rodolfo Liprandi, Paola Pisani;
  • La mostra MARE PRIMO dell’artista internazionale MANOLO COCHO che sarà inaugurata a Portopiccolo in collaborazione con Portopiccolo Art Gallery, a cura di Maria Campitelli e in collaborazione con il Gruppo78. Le grandiose opere dell’artista messicano ci portano in un universo dove arte, scienza, mito e filosofia incontrano l’origine della vita e la complessità del caos;
  • Il Seminario d’arte e scienza “A RIVEDER LE STELLE” a cura di Marina Cobal, dove interverranno scienziati e artisti, per dialogare su quel legame che rappresenta da sempre una spinta importante nel progresso umano;
  • Infine, le performance itineranti “sul sentiero Rilke” del progetto “TEATRI D’ANIMA E DELLO SPAVENTO | versi itineranti”, all’antica Rocca di Duino, lo scoglio di Dante, sul Sentiero Rilke e presso la grotta le Torri di Slivia, in collaborazione con i Teatri LA CONTRADA, MIELA e L’ARMONIA di Trieste; le sperimentazioni del violoncellista Riccardo Pes e degli artisti Fabio Cipolla, Samin Kamal-Beik e Jol Thomson di UNIVERSO PIETRA presso l’antica Fornace da calce di Giorgia Zandomeni, a cura di Eva Comuzzi; i laboratori creativi a cura di Corrado Premuda e Dunja Jogan; gli itinerari con Estplore, le guide naturalistiche Alice Sattolo e Claudio Salvalaggio e l’erborista Annalisa Conte ed altri progetti d’arte contemporanea e relazionale come IL GIARDINO DELLE PIETRE SONORE e l’incontro con il Parco Sculture Braida Copetti a Leproso di Premariacco – UD con la visita guidata alle sculture del parco e alle “pietre sonore” dello scultore Pinuccio Sciola.

Prenotazione obbligatoria: [email protected] +39 366 4218001

[c.c]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore