Ddl Zan, De Carlo (M5S): “No interferenze Vaticano”

22.06.2021 – 17.15 | “Gli infondati timori del Vaticano sul Ddl Zan mi lasciano alquanto perplessa. La Legge contro l’omofobitransfobia, per cui il MoVimento si batte da sempre, non è solo giusta ma anche necessaria. Non è pensabile che ad oggi, in uno Stato di diritto come il nostro, ci siano ancora persone che vengano discriminate nonché rischino di essere vittime di violenza a causa del loro orientamento sessuale”. Commenta così la deputata del MoVimento 5 Stelle Friuli V.Giulia, Sabrina De Carlo, la richiesta formale del segretario per i rapporti con gli Stati della Santa Sede, monsignor Paul Richard Gallagher, di modificare alcuni aspetti della legge Zan in discussione al Senato.

“La modifica dell’art. 604bis sui crimini di odio e incitamento all’odio esclude la propaganda di idee, mentre per quanto riguarda la giornata contro l’omofobia, proposta all’art 7, rimarrà inalterato il valore del Titolo V dell’autonomia scolastica, per cui le scuole saranno libere di scegliere se avviare i percorsi di educazione al rispetto ad essa associati o meno – spiega De Carlo, che conclude: – La vera interferenza, a mio avviso, è rappresentata piuttosto dalla richiesta di modificare il testo della Legge perché andrebbe contro il “Concordato”. Sia chiaro: nessuno ha intenzione di limitare la missione pastorale della Chiesa, ma non possiamo certo dimenticarci che il potere legislativo appartiene al Parlamento”.
C.S. Sabrina De Carlo (M5S).