20.9 C
Trieste
sabato, 2 Luglio 2022

Villa Opicina si ripensa in funzione transfrontaliera: 7 nuovi binari

07.05.2021 – 08.20 – Il Porto di Trieste continua l’opera di rafforzamento del sistema di trasporto ferroviario, man mano che il continuo arrivo delle merci richiede un attento lavoro di equilibrio tra vecchi e nuovi binari. Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) informa infatti che sono stati riattivati sette binari dei Fasci “Arsenale” e “PMC” nella stazione di confine di Villa Opicina.
L’intervento, durato sette mesi, è stato finanziato per 1,5 milioni di euro nell’ambito del progetto “Ultimo Miglio”. I binari ripristinati saranno destinati alla sosta delle locomotive. Queste vi potranno accedere autonomamente, riducendo i movimenti di manovra, grazie alla nuova linea aerea per la trazione elettrica. Verranno così liberati alcuni binari di stazione, dando un po’ di respiro allo scalo giuliano.

Nel corso di quest’anno verranno inoltre avviati nuovi lavori di potenziamento complessivo della stazione. Verrà realizzato un Apparato Centrale a Calcolatori che gestirà un maggior numero di binari. Con le opportune modifiche al piano regolatore generale, verrà implementato il modulo 750 metri, standard europeo di riferimento per la lunghezza dei treni merci, e quindi per il Corridoio TEN – T Mediterraneo di cui Villa Opicina costituisce un impianto transfrontaliero strategico tra Italia e Slovenia.
La stazione rientra inoltre nel progettoTriHub” che prevede lo sviluppo infrastrutturale e la connessione sistemica con Cervignano Smistamento e il Porto di Trieste, che funge da scalo di riferimento per le merci verso il Centro e l’Est Europa.

“Grazie a questo insieme di interventi – informa la nota di Rfi – si punta a efficientare i servizi necessari per il transito transfrontaliero. Minimizzare i costi significa accrescere la competitività del trasporto su ferro e contribuire alla transizione ecologica”.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore