Escluse da concorso per temperatura superiore a 37,5: riammesse a Trieste dopo un anno

26.05.2021 – 11.37 – “Spiacente, la sua temperatura è superiore al limite consentito, non può accedere all’esame”. Era successo un notevole bailamme l’estate scorsa (26 agosto 2020), quando cinque candidate al concorso per istruttore educativo nelle scuole materne non erano state ammesse per l’eccessiva temperatura corporea, superiore a quanto previsto dalla normativa Covid. L’addetto alla sicurezza aveva rilevato una temperatura superiore ai 37,5° e, come prevedeva la legge, le candidate erano state escluse. Successivamente i cinque soggetti si erano procurati un certificato medico che attestava come un’ora prima del concorso avessero avuto una temperatura normale, tra i 36,2 e 36,4.
Il Tar aveva diligentemente dato ragione alle concorrenti, ma la procedura d’esame era stata bloccata dalla seconda e terza ondata Covid. Questo venerdì 28 le candidate verranno riammesse alla prova scritta “suppletiva” che avrebbero dovuto svolgersi un anno addietro , mentre il 10 giugno si svolgerà quella orale. Solo dopo questa data, esclusivamente dedicata alle sole 5 concorrenti, sarà infine possibile redigere la graduatoria per gli istruttori educativi: 12 posti per 122 proponenti. Scadenze ormai imminenti, sulle quali il Comune di Trieste necessita di avere dei nomi e delle assunzioni, alla luce della ripartenza delle attività per i più piccoli.

[i.v.]