23.4 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

Scatto salvezza di Trieste, battuto Cingoli 40-25

22.04.2021 – Importante successo in chiave salvezza per la Pallamano Trieste che, nel recupero della diciannovesima giornata, centra una vittoria importantissima contro il Santarelli Cingoli. Al termine di una prestazione sontuosa, gli alabardati portano a casa 2 importantissimi punti, frutto del 40-25 inflitto ai marchigiani. Un successo che riaccende la corsa salvezza di Dapiran e soci, alla seconda vittoria nelle ultime tre partite, con la sola sconfitta nel recupero infrasettimanale contro l’Ego Siena a spezzare il momento positivo. Adesso, per il campionato, una pausa di qualche settimana per dare spazio alla Nazionale (che si radunerà venerdì 23 aprile in vista della gara contro la Bielorussia valida per le qualificazioni a Euro 2022) e ai recuperi delle numerose partite sin qui saltati. Alla ripresa (prevista per l’8 maggio) Trieste ospiterà al PalaChiarbola l’Alperia Merano.

Il successo della Pallamano Trieste contro il Santarelli Cingoli vale doppio, visto che la sfida del PalaChiarbola era a tutti gli effetti uno “spareggio” per la salvezza. Il 40-25 inflitto dagli alabardati alla formazione di Palazzi permette infatti all’Alabarda di salire a quota 18, staccando proprio i marchigiani (fermi a quota 15 in terzultima posizione) e scavalcando in un sol colpo TeamNetwork Albatro e Sparer Eppan, undicesime pari merito con 17 punti. Tutte e tre le squadre hanno giocato comunque una partita in meno rispetto a Trieste (23 le gare degli alabardati, 22 quelle del terzetto alle loro spalle). A poche giornate dal termine, dunque, il margine degli alabardati sulle inseguitrici è ridottissimo e per mettersi veramente in sicurezza Trieste dovrà dare continuità ai buoni risultati ottenuti nelle ultime uscite.

Pallamano Trieste – Santarelli Cingoli 40-25: la cronaca.

Il primo vantaggio è degli ospiti, avanti con Ladakis dopo 2’40”, ma poco dopo arriva il pari con Milovic. I primi minuti vedono Trieste cercare di fare la partita e Cingoli difendersi con una linea molto compatta, rendendo difficile per i padroni di casa arrivare al tiro. Il primo vantaggio alabardato arriva dopo 6′, con Hrovatin che sigla il 3-2. La gara volge ora a favore dell’Alabarda, grazie alla solidità (e a un po’di fortuna) in difesa e al buon momento in fase offensiva che permettono a Trieste di dilatare il vantaggio: tra il 7′ e il 14′ gli alabardati trovano un parziale di 5-0, con una splendida giocata di Visintin a siglare il 10-4 nel momento del primo timeout chiamato dal tecnico ospite Palazzi. Il lungo digiuno di gol (oltre 10′) di Cingoli si interrompe al 19′ quando in ripartenza i marchigiani trovano il 12-5. Inizia una fase di maggior equilibrio, con gli alabardati che commettono qualche errore di troppo al tiro e con Cingoli che ne approfitta per tentare di ricucire lo svantaggio, piazzando un break di 1-6 (a segno anche il portiere Colleluori, che approfitta dell’extraplayer scelto in quel momento in fase offensiva da Ilic per tirare dalla propria porta verso quella alabardata sguarnita) riportandosi sul 15-12 al 27′. Il primo tempo si chiude con il botto: tre reti (2 alabardate e una ospite) negli ultimi 30″ prima della sirena fissano il parziale del primo periodo sul 18-14.

Dopo qualche minuto interlocutorio a inizio ripresa, il vantaggio della Pallamano Trieste ricomincia lentamente a crescere, anche grazie alle belle parate di uno Zoppetti in grande spolvero, che consentono a Trieste di realizzare un break di 4-0 che spinge i padroni di casa sul 25-16 al 10′. Al 17′ la partita svolta: Cingoli sa che deve spingere per rientrare in partita e Palazzi punta sul giocatore in più in attacco rinunciando al portiere, Trieste difende con ordine e ne approfitta per dilagare, grazie alla buona mira di Dapiran (che sigla tre reti di fila dalla sua metà campo, approfittando della porta avversaria sguarnita). Al 20′ gli alabardati sono sul +13 (35-22) e negli ultimi 10′ gestiscono senza troppe difficoltà il vantaggio, con il portiere di casa Milovanovic che prova anche a imitare il collega cingolano cercando di andare a segno dalla propria porta e mancando il bersaglio per pochi centimetri e in un paio di occasioni si mette in luce con qualche buona parata. C’è spazio anche per i giovani, tra cui Parisato che va anche a segno mettendo in mostra le proprie doti. L’ultima rete la mette a segno un altro giovane, Mazzarol, che proprio sulla sirena segna il punto del 40-25 finale.

Pallamano Trieste – Santarelli Cingoli 40-25: il tabellino.

Pallamano Trieste – Santarelli Cingoli: 40-25 (18-14).
Pallamano Trieste: Bosco, Bratkovic 3, Dapiran 11, Di Nardo 2, Hrovatin 7, Mazzarol 1, Milovanovic, Milovic 8, Nait, Parisato 2, Parnic, Popovic 2, Sandrin, Valdemarin, Visintin 4, Zoppetti. Allenatore: Ilic.
Santarelli Cingoli: Antic 10, Ciattaglia 1, Cirilli, Colleluori 1, Garroni, Gentilozzi, Jaziri, Ladakis 6, Mangoni 4, Rotaru 2, Strappini, Tobaldi 1. Allenatore: Palazzi.
Arbitri: Cosenza, Schiavone. Delegato: Cropanise, Nasca.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore