Report ISS, Riccardi: “Dati permettono di ipotizzare Fvg in zona gialla”

22.04.2021 – 13.05 – Il Friuli Venezia Giulia potrebbe fare il suo ingresso in zona gialla; o almeno è quanto presuppongono i dati del report dell’Istituto Superiore di Sanità – che sarà ufficializzato a breve – in cui si evidenzia un calo dei contagi nel territorio regionale, con un indice Rt che passa da 0,72 a 0,61. Inoltre, per la prima volta dall’inizio della terza ondata i livelli di occupazione dei posti letto nei reparti di terapia intensiva e nelle aree mediche sono sotto la soglia di guardia. “Dati che” per l’appunto “dovrebbero permettere l’inquadramento della nostra regione in zona gialla” ha affermato il vicepresidente Riccardo Riccardi, durante la riunione di stamane con l’Ufficio scolastico regionale e i sindacati della scuola.
Su fronte della campagna vaccinale, ha inoltre spiegato, procedono a pieno ritmo le somministrazioni: “Il nostro sistema sanitario è in grado di rispettare l’obiettivo delle 10mila inoculazioni indicato dal generale Figliuolo, ma siamo vincolati dalla disponibilità dei vaccini e dall’andamento dei flussi di consegna, quindi l’auspicio è che arrivino presto ulteriori dosi”. “In Friuli Venezia Giulia il 23 per cento della popolazione residente ha ricevuto il vaccino, ma attendiamo di capire quali decisioni saranno adottate dal commissario Figliuolo in merito all’estensione della campagna vaccinale. A causa dei cambiamenti di rotta sulla somministrazione del vaccino Astrazeneca, solo prendendo in considerazione il comparto scolastico che rappresenta un tassello importante del quadro complessivo, nella nostra regione ci sono infatti 1.800 persone che attendono di essere vaccinate”.
e.b