Il Governo Draghi tra nuovi e vecchi volti: parliamo del Ministro Federico D’Incà

19.03.2021 – 10.00 – Un altro appuntamento alla scoperta di un volto non sconosciuto tra i Ministri italiani: osserviamo oggi il cammino professionale, e scolastico, del veneto Federico D’Incá che, nel Governo Draghi, ricopre la medesima carica che investiva nel Governo Conte, ovvero Ministro per i rapporti con il Parlamento.
D’Incà nasce a Belluno nel 1976 e vanta una carriera scolastica coronata da una Laurea in economia e commercio all’Università degli Studi di Trento.
Volgendo invece lo sguardo alla sua vita politica, il pentastellato D’Incá è stato nel 2013 Deputato della Repubblica italiana, avanzando in Parlamento svariate istanze provenienti dai territori montani del Veneto, in collaborazione con i gruppi locali del M5S, alcuni comitati civici e le amministrazioni locali.

Oltre all’incarico quale deputato, D’Incá è stato Membro della Commissione bilancio, tesoro e programmazione,ricoprendo inoltre il ruolo di Capogruppo e, successivamente, di Presidente del Gruppo del Movimento 5 stelle.
Nel 2018 torna alla Camera dei deputati in veste di questore, agendo nella direzione del contenimento dei costi, riuscendo a far risparmiare 52 milioni di euro annuinella gestione dell’assemblea, che sommati a 48 milioni di euro di avanzi di amministrazione precedenti, costituiscono una restituzione complessiva al bilancio dello Stato di 100 milioni di euro: la più altra registrata finora.