Gomez e fortuna, la Triestina ritrova la vittoria battendo Carpi 1-0

21.03.2021 – Dopo sei pareggi consecutivi, l’Unione torna a festeggiare e lo fa in casa propria con un successo di misura. Basta un gol di Gomez, alla Triestina, per battere il Carpi, che soccombe 1-0 nonostante il computo delle occasioni create penda decisamente, soprattutto nella ripresa, dalla parte della squadra ospite. Manca la precisione, però, alla squadra di Pochesci, mentre la Triestina, che nel primo tempo aveva provato a fare la partita senza trovare spazi, gioca nella ripresa un calcio più speculativo, aspettando i prevedibili errori degli avversari e sfruttandone le debolezze, andando a colpire in modo micidiale. Vittoria non brillantissima, quella alabardata, che vacilla nel finale di fronte agli ultimi assalti ospiti, ma che alla fine – con un po’ di fortuna e con un Offredi in ottimo spolvero – resiste e permette all’Unione di centrare il dodicesimo risultato utile consecutivo e la prima vittoria dopo ben sei pari di fila.

Vittoria importante, quella ottenuta dalla Triestina ai danni del Carpi. L’1-0 casalingo frutta all’Unione 3 punti, che la portano a quota 51, -3 dal Modena, impegnato sul campo del Cesena in una sfida che sicuramente toglierà punti ad almeno una delle due concorrenti degli alabardati. Pareggia a Legnago la Sambenedettese, prossima avversaria alabardata e in una situazione economica critica: i marchigiani sono a quota 46 in classifica, insieme al Matelica, atteso dal derby contro la Fermana. Vince invece, sempre di misura, la FeralpiSalò, che con l’1-0 al Gubbio sale a quota 49 e rimane in scia alla Triestina.

Triestina – Carpi 1-0: la cronaca.

Alla vigilia aveva annunciato qualche possibile variazione nel modulo, ma alla fine Pillon sceglie l’usato sicuro e dispone la Triestina secondo il consueto rombo di centrocampo, con Rizzo e Calvano mezzeali e un Sarno in crescita sulla trequarti, mentre in avanti Mensah è scelto come compagno di attacco dell’inamovibile Gomez a discapito di bomber Litteri che siede in panchina. Il tecnico del Carpi sceglie invece il 3-5-2, ma con qualche sorpresa: tra i pali non c’è Rossi, ma Pozzi, mentre in attacco De Sena affianca Giovannini con De Cenco in panchina insieme all’ex Ferretti. A destra, Eleuteri vince il ballottaggio con il giovane Marcellusi come tornante.

La Triestina gestisce il pallone e prova a farsi vedere in avanti, ma il Carpi gioca sulla difensiva e concede poco, con le migliori possibilità per i padroni di casa che arrivano dalle palle perse in uscita dalla squadra carpigiana. Pozzi fa comunque buona guardia quando chiamato in causa, come al 13′, quando anticipa Gomez sul traversone di Mensah, e al 17′, quando lo stesso centravanti di Vico Equense sfrutta un errore in costruzione del Carpi per andare alla conclusione, trovando però l’intervento reattivo del giovane portiere. Le emozioni sono comunque poche e lo spunto più rilevante di cronaca è l’ammonizione di capitan Lambrughi, che – diffidato – salterà l’incontro di San Benedetto del Tronto. Dopo 2′ di recupero, si chiude dunque il primo tempo di Triestina – Carpi, con uno 0-0 che rispecchia l’andamento dell’incontro.

La ripresa si apre con un cambio offensivo della Triestina, nella quale esce un Sarno poco ispirato, rilevato da Litteri, chiamato a portare peso all’attacco alabardato. In questa fase, però, a farsi vedere di più in avanti è il Carpi, che si appoggia a Giovannini per creare apprensioni alla difesa alabardata o come terminale offensivo o come sponda per Eleuteri, i cui cross non giungono però a destinazione. Più efficaci, per gli ospiti, sono le ripartenze, come quella che al 59′ porta il solito Giovannini davanti a Offredi, con il portiere che salva i suoi. Il Carpi è più in palla e si fa vedere con più decisione, andando anche a segno con De Sena, la cui rete non è però convalidata dalla terna arbitrale, ma al 71′ il gol che sblocca l’incontro è alabardato: Lopez trova un cross che punta dritto verso la testa di Gomez, il capocannoniere dell’Unione svetta, ringrazia e indirizza la palla alle spalle di Pozzi che nulla può per evitare l’1-0. Trovato il vantaggio, la Triestina si copre: entra Tartaglia, che rileva Mensah trasformando la formazione alabardata in una sorta di 5-3-2 per resistere agli assalti ospiti, che al contrario ora rimpinguano il proprio attacco con l’ingresso dell’ex Ferretti, che rileva Eleuteri. Gli ospiti ci provano, arrivano al tiro con De Sena, Fofana e Ferretti, ma Offredi e un po’ di fortuna permettono agli alabardati di arrivare indenni al fischio finale: l’Unione può tornare a festeggiare, al “Nereo Rocco” basta Gomez: Triestina batte Carpi 1-0 e ritrova il successo.

Triestina – Carpi 1-0: il tabellino.

Triestina – Carpi: 1-0 (71′ Gomez).
Triestina (4-3-1-2): Offredi; Lepore, Capela, Lambrughi, Lopez; Calvano (79′ Maracchi), Giorico, Rizzo (68′ Rapisarda); Sarno (46′ Litteri); Gomez, Mensah (79′ Tartaglia). In panchina: Valentini, De Luca, Brivio, Granoche, Palmucci. Allenatore: Pillon.
Carpi (3-5-2): Pozzi; Gozzi (60′ Ercolani), Venturi, Sabotic; Eleuteri (86′ Ferretti), Bellini, Fofana, Ghion (66′ Martorelli), Lomolino (86′ Marcellusi); De Sena, Giovannini. In panchina:  Rossi, Llamas, Varoli, Bayeye, Ceijas, Offidani, De Cenco, Ridzal. Allenatore: Pochesci.
Arbitro: Turrini (Firenze). Assistenti: Martinelli (Seregno), Giorgi (Legnano). Quarto uomo: Zucchetti (Foligno).
Note: Pomeriggio freddo, soleggiato e ventilato. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Lambrughi (T), Sabotic (C). Espulsi: nessuno. Recupero: 2’e 5′.