Scuola: InCE e Regione FVG insieme per promuovere l’Agenda 2030

25.01.2021 – 08.00 – E’ stata presentata sabato 23 gennaio 2021 nella sede dell’inCE di via Genova, la nuova iniziativa “Active Young Citizens for Sustainable Development“, indirizzata ai ragazzi delle scuole medie superiori del Friuli Venezia Giulia (e di altri diciannove paesi del centro-est Europa), sui temi della sostenibilità e del progresso contenuti nell’Agenda 2030 dell’ONU. La proposta consiste proprio nell’invitare i ragazzi coinvolti ad informarsi sugli obbiettivi del documento e ad elaborare, contribuire e valutare possibili soluzioni per quanto riguarda il loro raggiungimento, all’interno di un concorso di idee che comincerà il 1° febbraio.
Al fine di promuovere l’iniziativa a livello locale, è stata stretta una collaborazione tra l’InCE e la Regione Friuli Venezia Giulia, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri. In particolare, alla conferenza hanno presenziato Roberto Antonione, segretario generale dell’Iniziativa Centro Europea, e Alessia Rosolen, assessore regionale all’Istruzione, la quale ha voluto sottolineare l’importanza di questa nuova collaborazione per i ragazzi delle scuole del territorio.
I 20.000 euro che la Regione Friuli Venezia Giulia ha messo a disposizione, simboleggiano “un contributo non solo rivolto agli studenti e a ciò che loro stessi potranno trarre di utile da questa esperienza, ma anche al favorire i contatti tra le realtà dei paesi coinvolti nel progetto, nonché per l’importanza che questa iniziativa ha a livello comunitario”. Come ricorda ancora Rosolen, infatti, la collaborazione con i paesi dell’Europa centro-orientale è fondamentale per un territorio come quello della nostra regione, per motivi storici e geografici.

Nel territorio regionale, singoli individui, associazioni ed elementi della comunità si sono uniti per collaborare e dimostrare l’importanza del coinvolgimento attivo di cittadini e ragazzi, novità del nuovo documento ONU rispetto ai precedenti in materia di sviluppo. Le tematiche strettamente connesse sono, ad esempio, quelle dell’economia sostenibile, della transizione verso energie rinnovabili, dell’ambiente marino (importantissimo in un territorio come quello della città di Trieste e dei paesi affacciati sull’Adriatico), del modo di vivere “zero sprechi” e molti altri. Un webinair illustrativo sugli obbiettivi e proposte dell’Agenda 2030, nonché su possibili scenari ed esempi di sviluppo sostenibile, sarà disponibile a partire dal 25 gennaio, in prospettiva di introduzione per l’avvio del concorso della settimana dopo.

i.m