Duino Aurisina: contributo da Regione per progetto rivolto alla riduzione della plastica

19.12.2020 – 09.15 – Il Comune di Duino Aurisina ha ottenuto un contributo dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Fvg di Euro 6.000 su un progetto di 10.000 euro sul bando regionale per la realizzazione di iniziative volte alla riduzione della produzione di rifiuti in plastica, coerenti con le azioni del Programma regionale di prevenzione dei rifiuti. Un progetto ideato e voluto dall’Assessore Regionale all’Ambiente Fabio Scoccimarro tra i diversi canali contributivi legati alla riduzione dell’utilizzo della plastica monouso e dell’inquinamento del mare. Premessa, inquadramento dell’iniziativa e obiettivi da raggiungere.  Dal 2021 la Commissione Europea abolirà molti prodotti di plastica monouso proprio per salvaguardare l’ambiente terrestre e marino, questa è la sintesi di una direttiva ratificata dal Consiglio dell’UE lo scorso 21 maggio 2019, segnando la svolta tanto attesa in seguito alle proposte avanzate dalla Commissione per affrontare il problema dei rifiuti in plastica.

Sono stati identificati 10 prodotti di plastica monouso ricorrenti sulle spiagge europee e in mare, oltre a una serie di attrezzature da pesca e oggetti di plastica oxodegradabile. Questi prodotti rappresentano il 70% dei rifiuti marini, secondo quanto dichiarato da Karmenu Vella, Commissario responsabile per l’ambiente, gli affari marittimi e la pesca, “l’adozione di queste normative possono scongiurare danni ambientali che costerebbero 22 miliardi di € entro il 2030.”

L’Amministrazione di Duino Aurisina Devin Nabrezina – ha voluto sottolineare il Sindaco Daniela Pallotta –  fin dal giorno del suo insediamento (giugno 2017) ha sempre operato nella direzione dell’ambiente, favorendo azioni di sensibilità e sostenibilità ambientale, favorendo e incentivando azioni di pulizia del mare, dei litorali, dei prati e delle zone carsiche interessate. L’Amministrazione – ha sostenuto Massimo Romita, Assessore al turismo ed Ambiente –  crede nella forza delle Associazioni che rappresentano il cuore del Comune, soprattutto a Duino Aurisina dove le tante frazioni presenti sono loro stesse delle piccole realtà ricche di caratteristiche personali, di tradizioni, di territori particolari, anche diversi tra di loro. Per questo motivo il Comune ha predisposto il Progetto MARE MORJE SAILING. Il territorio del Comune di Duino Aurisina, per la sua posizione, si pone come porta d’ingresso nella provincia di Trieste. Un territorio unico e speciale in grado di offrire il Carso ed il Mare, un area dalla travagliata storia, immerso in un meraviglioso ambiente naturale. All’interno del Progetto, uno dei principali segmenti sono le iniziative legate al Mare, con MARE MORJE SAILING abbiamo voluto riconoscere il grande lavoro che le realtà locali legate alla vela, al diving, alla pesca e altre attività ricreative stanno svolgendo per la tutela dell’ambiente in cui si opera.   Unitamente allo sport tutti siamo impegnati per l’attività di educazione ambientale e tutela del nostro mare.   Con la seconda edizione di Rispettiamo il Mondo Sopra e Sotto, dopo le Grotte, abbiamo voluto dar luce ad una strepitosa mostra di tutto quello che è l’habitat del nostro mare ed ai pericoli della plastica e dei rifiuti abbandonati nel mare.

In questo contesto l’Amministrazione desidera aderire alla pregevole iniziativa regionale volta alla riduzione della produzione dei rifiuti in plastica monouso.

Crediamo proprio nell’importanza di salvaguardia del nostro ambiente, – ha voluto ricordare Chiara Puntar presidente della Commissione Ambiente del Comune di Duino Aurisina che ha collaborato nella realizzazione della proposta progettuale – ogni pezzo di plastica, anche se in piccola parte, riamane in circolazione nonostante la raccolta differenziata della spazzatura. Il vento e il deflusso trasportano i nostri rifiuti dalle discariche, dai sentieri e dalle strade nelle reti fognarie e possono arrivare anche direttamente nel mare. Il nostro consumo di plastica influisce direttamente sulla vita marina, compresi i pesci, una delle principali fonti di cibo per l’uomo.

Siamo inoltre consapevoli che le bottiglie di plastica monouso sono per lo più realizzate in polietilene tereftalato, o PET, sostanza sicura da usare, ma non riutilizzabile; queste materie plastiche possono filtrare sostanze chimiche nell’acqua se riscaldate o graffiate. C’è anche il fattore batterico da considerare se si beve direttamente dalla bottiglia d’acqua dalle aperture piccole e difficili da pulire. Come tutti i contenitori per bevande, entrano in contatto con la bocca e le mani, che ospitano molti germi. Inoltre, in alcuni studi si è scoperto che le bottiglie d’acqua di plastica presentano una qualche forma di contaminazione da microplastica. Questo è uno dei motivi per cui crediamo che un’azione legata alla promozione delle informazioni corrette, all’uso di borracce ecosostenibili al posto della bottiglietta di plastica, portino beneficio all’ambiente. Questo ci permette sia un miglioramento della salute del singolo che un aiuto concreto all’ambiente in attesa dell’abolizione della plastica monouso nel 2021.

Queste azioni – hanno ribadito gli amministratori –  le intendiamo promuovere assieme alle Associazioni del territorio proprio per riuscire a coprire la maggior parte dei residenti e a veicolare questi importanti messaggi al maggior numero di persone possibili.

Questa iniziativa ci dà la possibilità di sostituire le comuni bottiglie di plastica con bottiglie in vetro o servirci delle “casette dell’acqua” che verranno installate nelle scuole elementari del Comune in maniera sperimentale, la diffusione dell’informazione, tramite l’adesione a questa iniziativa, desidera proprio cogliere l’occasione per sensibilizzare la cittadinanza.

Cambiare le proprie abitudini non è semplice ma riteniamo sia un percorso da intraprendere e che sia fondamentale per attivare una collaborazione totale, partecipata, che coinvolga i singoli cittadini, le Associazioni e soprattutto che parta dalle Istituzioni in modo da favorire una rete solida e motivata; solo così tutti noi possiamo divenire consumatori consapevoli e attenti all’ambiente.

 Cosa prevede il progetto : Azioni sul territorio

In particolare, con l’adesione, si desidera effettuare le seguenti azioni:

  1. a)Informazione e sensibilizzazione all’interno del Progetto MARE MORJE SAILING, anche con la mostra itinerante “RISPETTIAMO IL MONDO SOPRA E SOTTO”, tramite stampa di leaflet contenenti raccomandazioni, indicazioni sul riciclo, le dieci cose da sapere sulla plastica e relativa diffusione sul sito istituzionale e sul bollettino del Comune, sui canali social istituzionali e tramite stampa e diffusione cartacea presso alcuni degli esercizi pubblici del territorio e attraverso le Associazioni Nautiche. Promozione dell’iniziativa tramite eventi dedicati alla cittadinanza e al mondo associativo e scolastico.
  2. b)Acquisto di borracce ecologiche da consegnare alle scuole e in occasione delle celebrazioni dei matrimoni come regalo agli sposi e delle nascite;
  3. c)6 DISTRIBUTORI DA PARETE SCUOLA La soluzione ideale per gli ambienti scolastici, dove la funzionalità si sposa con la semplicità di utilizzo. Un dispenser che rispetta l’ambiente ed educa anche i più piccoli alla sostenibilità. La proposta green, qualità, praticità e comfort per le scuole.   SCHOOL EROGATORE A PARETE SCHEDA PRODOTTO 1 erogazione. La soluzione ideale per gli ambienti scolastici, dove la funzionalità si sposa con la praticità di utilizzo. Un erogatore che rispetta l’ambiente ed educa anche i più piccoli alla sostenibilità.

In seguito a  Sistiana centro attraverso la collaborazione con AcegasAps Amga verrà realizzata una casetta dell’acqua a disposizione della popolazione.

l.s