15.9 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Addio a Ester Baitz, pioniera triestina della Pallacanestro Femminile

31.12.2020 – 17:10 – Lo sport triestino è in lutto, è spirata all’età di 86 anni, la cestista azzurra Ester Baitz. A darne la triste notizia, quest’oggi, il figlio Marco. La giocatrice giuliana ha mosso i primi passi sul parquet del Ricreatorio Comunale Pietro Lucchini, nel quartiere di triestino di San Luigi, sotto l’egida del Professor Perlazzi. Associata tra le file della Società Ginnastica Triestina, a soli 16 anni, nel 1950, Baitz fu chiamata a Bologna per svolgere un allenamento collegiale assieme alle ragazze della Nazionale Italiana di Pallacanestro, per poi essere convocata in prima squadra due anni più tardi, in occasione del Campionato Europeo di “Russia 1952”. Come riportato nel libro “Il canestro del secolo” di Silvio Maranzana, raggiungere la capitale sovietica, allora, fu una vera odissea utilizzando un quadrimotore fino a Leopoli e poi un treno che ha viaggiato per due giorni e due notti attraverso i Balcani fino a raggiungere la grande Città sulle sponde del fiume Moscova. La Nazionale Italiana si qualificherà in sesta posizione dietro alle campionesse padrone di casa, quindi a Cecoslovacchia, Ungheria, Bulgaria e Polonia. Nel vittorioso match contro la nazionale belga, ricordano gli scrittori Manlio Cecovini e Cesare Pagnini nel loro libro “I 100 anni della Società Ginnastica Triestina” Ester Baitz fu riconosciuta unanimamente come la migliore giocatrice della partita, aggiudicandosi il titolo che oggi chiameremo in gergo “MVP” (Most Valuable Player, ndr), portando alla ribalta il nome di Trieste e del sodalizio giuliano nel mondo.

La Società Ginnastica Triestina e il mondo della pallacanestro triestina, la ricordano con orgoglio ed immutato affetto.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore