21.5 C
Trieste
giovedì, 18 Agosto 2022

Porto di Trieste, nuovo servizio ferroviario con Norimberga. Il legame con la Baviera

06.11.2020 – 08.00 – Il Porto di Trieste ha inaugurato ieri un nuovo servizio ferroviario con la città di Norimberga, nel nord della Baviera. Inizialmente la frequenza sarà settimanale, per poi arrivare entro il 2021, a due servizi a settimana. Lo scalo pertanto continua a potenziare i propri collegamenti ferroviari ramificando i contatti verso la Germania e un partner “storico” quale la Baviera. Non è infatti la prima collaborazione di questo genere; è dal 1978 che il Porto di Trieste frequenta la “Transport Logistic”, la grande fiera di Monaco. Cinque anni fa, il 30 settembre 2015, lo scalo giuliano aveva ospitato la SVG Bundes-Zentralgenossenschaft Strassenverkher, associazione tedesca che raccoglie circa 8000 imprese di spedizioni ed autotrasporto. Nell’occasione Karl Fischer, direttore del Logistik Kompetenz Zentrum di Prien (Baviera), aveva complimentato lo scalo. Il 13 novembre 2018 il Porto invece era stato protagonista di un incontro internazionale a Monaco denominato “Trieste, your rail port in the heart of Europe“.

Il progetto intermodale parte dopo un lungo percorso di implementazione e in controtendenza rispetto al momento in cui l’Europa sta attuando politiche di chiusura dei confini. “Ulteriore prova questa – chiosa il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D’Agostino – che l’intermodalità nel porto di Trieste riesce a creare importanti opportunità oltre che a garantire la connettività con le aree industriali europee”.

Il progetto nasce sull’onda della presenza di DFDS nello scalo giuliano, gruppo danese leader del trasporto Ro-Ro, che movimenterà tra Trieste e la Baviera le unità in arrivo e partenza dalle sue navi attraverso il collegamento che sarà operato dalla joint Mercitalia Rail-TX e in collaborazione con Alpe Adria.
Il servizio collegherà il molo V con quello il terminal TriCon di Norimberga, gestito dal gruppo “Bayernhafen” e, oltre a trasferire in maniera sostenibile i volumi di traffico del mercato turco e greco, sarà attrazione per le esigenze di export del sistema industriale della Baviera oltre a quello del Friuli Venezia Giulia.
“Questo nuovo treno – ha concluso D’Agostino è la conferma che la vocazione internazionale è prerogativa unica del sistema logistico del porto di Trieste ed è soprattutto espressione della sua identità strategica, da sempre orientata ad accrescere la connettività ferroviaria con l’Europa centrale, partendo proprio da un partner storico come la Baviera”.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore