27.7 C
Trieste
mercoledì, 29 Giugno 2022

Giornate FAI d’Autunno alla scoperta delle Eccellenze Triestine

15.10.2020 – 07.00 – Ricominciano le Giornate FAI d’Autunno, per la prima volta in due fine settimana, sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre. Le Giornate FAI permettono di svelare a chiunque voglia partecipare moltissimi luoghi di interesse storico e culturale solitamente riservati agli addetti ai lavori. Prendere parte alle Giornate FAI d’Autunno 2020 vuol dire non solo godere della bellezza che pervade ogni angolo del nostro Paese e “toccare con mano” ciò che la Fondazione fa per la sua tutela e valorizzazione; vuol dire soprattutto sostenere la missione del FAI in un momento particolarmente delicato.
Si ricorda che tutte le visite sono a prenotazione obbligatoria e solo per iscritti FAI. E’ possibile iscriversi direttamene sul sito del Fai scegliendo l’orario a più congeniale oppure nelle diverse piazze d’Italia durante l’evento. Tutti i visitatori potranno sostenere il FAI con una donazione libera, del valore minimo di 3 €. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati.

Sabato 17 e domenica 18, verrà inaugurato un percorso dedicato alle Eccellenze Triestine. Verranno aperte le porte, esclusivamente per i soci FAI, del più antico spugnificio ancora in attività in Europa, Rosenfeld, e della casa di spedizioni che vanta più di 200 anni di storia; fondata sotto l’Impero, è ancora oggi uno dei punti di riferimento per lo sviluppo del nostro Porto, la Francesco Parisi SpA. Nel quartiere di San Giacomo, inoltre, si entrerà nella Casa Museo di Osiride Brovedani, benefattore e imprenditore che ha fatto la storia di Trieste. Verrà ripercorsa la sua straordinaria vita e quella del successo della sua Fissan. Sabato alle 16, invece, avrà luogo un’unica gradevolissima passeggiata alla scoperta del Centro Storico Veneziano di Muggia. Una camminata sotto i leoni alati, tra campi e campielli scoprendo la storia e ammirando l’architettura gotico veneziana di uno dei più belli borghi isto-veneti adriatici.

Le giornate continueranno sabato 24 e domenica 25 ottobre, grazie anche al preziosissimo aiuto degli Apprendisti Ciceroni. Verrà affrontato un percorso tematico per raccontare il progetto di italianizzazione della città di Trieste tra le due guerre mondiali, attraverso le austere e raffinate architetture tra Piazza Oberdan e il Palazzo di Giustizia. Dopo l’annessione di Trieste all’Italia, nomi eccellenti partecipano alla creazione del nuovo assetto cittadino: Enrico e Umberto Nordio si avvicendano, tra gli altri, nel rendere visibile con la loro opera la nuova identità di un luogo, rivelando le relazioni tra architettura e storia del Novecento. (Verrà convocata una conferenza stampa apposita mercoledì 21 ottobre) L’edizione del 2020 dell’evento è dedicata a Giulia Maria Crespi, la Fondatrice e Presidente Onoraria del Fondo Ambiente Italiano, scomparsa lo scorso luglio.

b.r

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore