20.9 C
Trieste
sabato, 2 Luglio 2022

Coronavirus, Slovenia: “La Croazia minaccia per tutte le nazioni UE”

25.08.2020 – 08.00 – Jelko Kacin, il portavoce del governo sloveno per il Covid-19, ha descritto la Croazia come una “seria minaccia a tutte le nazioni europee” a causa del livello di contagi sviluppatosi nel paese.
“Il tempo ci dirà quant’è seria la situazione laggiù. Ho parecchie ragioni per preoccuparmi” ha dichiarato all’ultima edizione del giornale sloveno Reporter.
Kacin ha specificato che è nell’interesse della Slovenia che la Croazia riporti sotto controllo i propri focolai da Coronavirus : “Sono i nostri vicini ‘della porta accanto’, molti dei nostri connazionali fanno le vacanze lì. Penso che tutti gli avvertimenti benintenzionati che io e il governo avevamo lanciato fossero degni di (tempestiva) attenzione”.

Secondo Kacin, la Slovenia non permetterà che la situazione si deteriori nella maniera in cui è avvenuta in primavera. “Noi semplicemente non possiamo permettere che qui arrivi quanto si sta diffondendo dai Balcani Occidentali. Bosnia ed Erzegovina, Serbia, Montenegro, Albania, Kosovo e Macedonia del Nord erano state inserite in una “red list” molto tempo fa per ragioni oggettive e ora il nostro vicino meridionale, con il numero di infezioni che si è ‘prodotto’ da sé, si è inserito all’interno di questo gruppo”.
Parole dunque molto dure da parte di Kacin; che suonerebbero forse più credibili se il portavoce del governo sloveno non avesse trascorso le vacanze proprio sulla costa croata, in una sua proprietà a Veglia/ Krk.

Secondo i 543 test per Coronavirus eseguiti la scorsa domenica 23 agosto 2020 sono solo 14 le persone risultate positive al Coronavirus ieri, con 2 morti accertate.
Sabato 22 agosto 2020 i “tamponamenti” erano proseguiti, con 760 test, che avevano svelato 34 positivi, il più alto numero dai tempi di marzo. Occorre però rilevare come nessuno dei nuovi “infetti” fosse ricoverato per Covid-19 in ospedale. I posti in terapia intensiva sembrano essere attualmente vuoti. I casi, che lo scorso weekend erano concentrati soprattutto tra Lubiana e l’est della Slovenia, abbracciavano due principali fasce d’età, dai 15 ai 24 e dai 25 ai 34. È assai probabile che i numeri salgano vertiginosamente tra ieri e oggi, quando rientreranno la stragrande maggioranza dei turisti sloveni in vacanza in Croazia.

Fonti: STA – Agenzia di stampa slovena, Govt spokesperson says Croatia becoming threat to EU

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore