19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Chi sono i Ministri italiani? Parliamo di Vincenzo Amendola

14.05.2020 – 12.50 – Terminata l’ormai longeva rubrica dedicata alle figure della Commissione Von Der Leyen, intraprendiamo oggi una nuova avventura, nonché una inedita rubrica, rimanendo nella nostra Penisola: parleremo infatti dei Ministri italiani.
Inaugureremo questo ciclo di articoli parlando di Vincenzo Amendola, attuale Ministro per gli Affari Europei.
Laureato in Giurisprudenza con lode, con annessa Abilitazione all’esercizio della professione di Avvocato con un Master in Mediazione e contrattazione, la sua vita politica prende piede nel 1998, quando diviene responsabile Esteri della Sinistra Giovanile e vicepresidente IUSY (International Union of Socialist Youth).

Nella sua carriere politica, radicata fin da subito nel settore degli Esteri, l’esponente del Partito Democratico ha ricoperto diversi incarichi come Responsabile nazionale del PD agli Esteri nella 2ª Segreteria Renzi e nella Segreteria Zingaretti ed ex Coordinatore nazionale dei segretari regionali del PD nella Segreteria Epifani.
È stato inoltre capogruppo del Partito nella III Commissione (Affari esteri e comunitari) della Camera e membro della delegazione parlamentare dell’Assemblea OSCE.
Anche con il Governo Gentiloni è stato sottosegretario agli Affari Esteri, nonché deputato in Campania alle Elezioni politiche italiane del 2013.

Vincenzo Amendola, in questo Governo Conte-bis, presenta quindi un curriculum mirato ad una esperienza consolidata nei principali dossier di politica estera.
Durante la sua attività come sottosegretario agli Esteri, oltre alla delega per gli Italiani nel Mondo, Amendola ha avuto inoltre la competenza per le relazioni bilaterali con i Paesi dell’Europa, del Nordafrica, Medio Oriente e Corno d’Africa. Ha inoltre curato i rapporti con le Nazioni Unite.

Amendola ha lavorato costantemente, e approfonditamente, a varie misure e azioni con gli Esteri, molte delle quali trattanti tematiche molto delicate: per citarne alcuni, è stato il primo membro del governo ad andare in Egitto un anno e mezzo dopo la morte di Giulio Regeni, a seguito del ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo. Ed è stato sempre Amendola a presentare a Vienna, all’Assemblea Parlamentare dell’Osce le priorità della presidenza italiana per il 2018, ricordando le parole chiave “Dialogo, Ownership, Responsabilità, ingredienti basilari per rilanciare lo spirito di Helsinki, nella convinzione che il dialogo e l’impegno responsabile di tutti siano fondamentali per la nostra sicurezza”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore