30.6 C
Trieste
martedì, 28 Giugno 2022

In quarantena, tornano con più frequenza le chiamate mute dalla Tunisia. Ancora truffe

05.04.2020 – 11.15 – Siete in quarantena, e d’improvviso, mentre bevete un caffè, arriva sul vostro cellulare un numero sconosciuto: pochi squilli, ha un prefisso +216, provenienza Tunisia, o dalla Moldavia, a volte dal Regno Unito. Non è una truffa nuova, si è già ripresentata più volte nei mesi e anni scorsi: già la provenienza in un periodo in cui le vacanze sulle coste mediterranee o a Londra non sono all’ordine del giorno potrebbe far dimenticare l’episodio e spingerli ad archiviare semplicemente il numero nel cestino, ma la curiosità a volte vince, e spinge a richiamare: se si tratta di un numero europeo inoltre potremmo avere persone care o amici all’estero per i quali siamo preoccupati.

Ed è proprio quello che il truffatore vuole: gli squilli a vuoto da un numero sconosciuto, che però viene mostrato completamente, sono fatti proprio nel tentativo di farci provare quel numero: dall’altra parte, ci sono delinquenti che cercano di accedere al credito telefonico dell’utente, attivando servizi non desiderati e a pagamento che svuoteranno il credito telefonico e sul quale il truffatore incasserà in qualche modo una percentuale. Bloccare i tentativi di truffa, per ora, per le forze dell’ordine è stato impossibile: alcuni numeri sono stati resi inaccessibili, ma cambiano spesso – motivo che rende quasi inutile anche inserirli in black list – e l’unica possibilità sarebbe isolare gli interi stati esteri. La sola soluzione che rimane è non richiamare, e cancellare gli sconosciuti.

[r.s.]

 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore