18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Entro 1 anno vado all’estero: come pianificare tutto per tempo

02.04.2020 – 12.25 – Molti italiani hanno scelto di vivere all’estero, sia per migliorare le possibilità di lavoro che per prendere delle specializzazioni particolari, ad integrazione del titolo di studio. Infatti basta consultare le cifre rese note dalla Fondazione Migrantes per rendersi conto che sono ben 5,3 milioni, volendo contare solamente quelli iscritti ufficialmente all’AIRE, i cittadini che hanno già scelto di andarsene. L’esodo è destinato a continuare anche in futuro, non appena la situazione si normalizzerà, e sono ancora tanti gli italiani che hanno in testa di andare via. In questo caso muoversi in anticipo è la migliore opzione, quindi è il caso di cominciare a pianificare la partenza di un evento così importante anche l’anno prima.

A cosa devi pensare per tempo prima di andare all’estero?

La prima cosa da fare, quando si decide un trasferimento all’estero, è una cernita accurata delle cose che servono veramente, e che il caso di portarsi dietro. Infatti bisogna eliminare drasticamente tutto il superfluo, o le cose che non si usano più, anche dandole via se sono ancora in buone condizioni d’uso. Traslocare ha un costo, e pagare per trascinarsi dietro roba inutile non ha senso.

Tra l’altro, trattandosi di una cosa così delicata, è sempre meglio evitare il fai da te e contattare una ditta specializzata nel trasloco all’estero, come Blissmoving ad esempio: in questo modo si avrà la certezza di potersi muovere con serenità. Una volta fatta la cernita bisogna prendere gli scatoloni adatti, scegliendo quelli grandi per la roba più leggera, come abiti e coperte, e quelli piccoli per le cose pesanti, come i libri, i piatti e gli arnesi, e gli oggetti delicati, come i bicchieri. Poi bisogna stilare una lista dettagliata di tutti gli oggetti contenuti in ciascuna scatola, che andrà numerata per riconoscerla.

Cosa si dimentica di solito durante il trasloco

E ci sono anche delle cose che spesso si tende a dimenticare, soprattutto quando si organizza un trasloco all’estero. Quindi compilare una lista minuziosa sin da subito può evitare spiacevoli inconvenienti. La prima cosa da non dimenticare sono i documenti di tutta la famiglia, animali domestici compresi, e tutte le autorizzazioni per trasferirsi all’estero. La seconda cosa da mettere in cima alla nota sono i farmaci abituali di tutti. Infatti, fare una lista dettagliata delle medicine, potrà servire a fare scorte prima di partire, soprattutto se si stanno esaurendo.

Poi è indispensabile avere a disposizione un cambio d’abito, asciugamani e lenzuola per tutti. Ed è importantissimo non dimenticare il necessaire per la cura personale, come gli spazzolini per i denti, ad esempio. Un’altra cosa da ricordare è quella di disdire le varie utenze, almeno qualche giorno prima di partire, per non vedersi caricare spese non dovute. E infine non bisogna mai dimenticare di annotare la camera da cui provengono gli oggetti conservati in ogni scatola, in modo da poterli posizionare subito nelle giuste stanze all’arrivo nella nuova casa.

[network]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore