10 C
Trieste
sabato, 10 Dicembre 2022

Pallamano Trieste, contro l’Alperia un 26-24 che riapre la sfida salvezza

08.03.2020 – Importantissima vittoria casalinga per la Pallamano Trieste, che in un Palachiarbola deserto (nel rispetto delle direttive governative per il contenimento della diffusione del CoVid-19) batte di misura gli altoatesini dell’Alperia Merano. Un 26-24 che fa benissimo all’Alabarda: la formazione di Carpanese, infatti, grazie ai due punti ottenuti ieri lascia la penultima posizione (che condivideva con Gaeta, sconfitto a Bressanone dal Brixen), raggiungendo a quota 12 lo Sparer Eppan e portandosi a -1 dal Fondi (entrambe le formazioni hanno però giocato una gara in più rispetto agli alabardati), facendo così un passo importantissimo per la salvezza.

RADOJKOVIC MONUMENTALE – Sugli scudi, nella squadra di casa, Radojkovic: con i 10 gol messi a segno, il centrale risulta decisivo per la vittoria e non fa sentire alla Pallamano Trieste le pesanti assenze di Visintin e Hrovatin e si porta in totale a quota 99 in campionato (miglior marcatore tra i giuliani). L’inizio di gara si rivela piuttosto equilibrato, complice anche l’atteggiamento guardingo delle due squadre, che al 6′ si trovano infatti sul 6-6. La Pallamano Trieste prova a prendere in mano le operazioni, portandosi in vantaggio grazie a Sandrin e Di Nardo, ma l’Alperia Merano reagisce e riesce a ribaltare la situazione, costringendo così i padroni di casa a rincorrere. Gli alabardati riescono comunque a pareggiare prima della fine del primo tempo, grazie a Mustapic e Valdemarin e all’intervallo il risultato è di 16-16.

TERZO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO, SALVEZZA PIÙ VICINA – La ripresa si apre con la doppietta di Radojkovic che prova a far scappare Trieste, ma l’Alperia non molla e, al 41′, il punteggio è di 20-19. A questo punto il regista dell’Alabarda sale in cattedra e porta l’inerzia della partita dalla parte della Pallamano Trieste. I giuliani aumentano così il proprio vantaggio, fino a spingersi sul 26-22. Ora la formazione di casa può rallentare, pur non perdendo il controllo del gioco. L’Alperia Merano accorcia fino al 26-24, ma per cercare il pari è troppo tardi: e così, in un Palachiarbola deserto e silenzioso, la Pallamano Trieste si regala i due punti e avvicina l’obiettivo stagionale, la salvezza: seconda vittoria consecutiva in campionato, per i giuliani, al terzo risultato utile di fila (dopo il pareggio esterno contro il Metelli Cologne e la vittoria casalinga contro Fondi), in attesa di recuperare la trasferta di Sassari (prevista per il 18 marzo alle 19,30). Prima, però, un’altra gara importante, un altro scontro diretto: al Palachiarbola, il prossimo sabato, c’è lo Sparer Eppan.

OVEGLIA: “VITTORIA DI CUORE, GRANDE IMPRESA” – Felicissimo il ds Oveglia che, al termine della gara, ha così esternato la propria soddisfazione: “È stata una vittoria conquistata con il cuore – ha spiegato il ds – e allo stesso tempo di coach Carpanese a cui va tutto il mio riconoscimento per i miracoli che sta facendo per superare le tante difficoltà succedutesi in questa stagione.”. Il dirigente ha poi spiegato quali sono state le chiavi del buon risultato portato a casa contro l’Alperia Merano: “Una buona difesa nel secondo tempo e il solito Modrusan tra i pali sono state le chiavi principali di questo successo.” ha spiegato il ds della Pallamano Trieste. “Giocare senza capitan Visintin e il giovane Hrovatin, oltre che con Fidel a meno di mezzo servizio, rappresentano l’esatta fotografia di questa grande impresa.”.

“GRAZIE A CHI CI HA PERMESSO DI GIOCARE IN SICUREZZA” – I risultati dell’ultimo periodo sono stati positivi per la Pallamano Trieste, che ha così rimesso in discussione la lotta salvezza. Ma la vittoria contro l’Alperia Merano non deve essere per gli alabardati un motivo di rilassamento: “Ora il nostro pensiero va da subito rivolto alla sfida contro l’Eppan” ha detto Oveglia. “La speranza è quella di essere più completi possibili a livello di roster in vista dell’ennesimo importante match che dovremo affrontare.”. Concludendo il suo intervento, il direttore sportivo ha poi voluto fare un ringraziamento speciale: “Vorrei inoltre ringraziare tutti coloro che in questo momento difficile, dovuto al Coronavirus, ci hanno permesso di giocare al massimo della sicurezza.”.

Pallamano Trieste – Alperia Merano 26-24 (16-16).
Pallamano Trieste: Bosco, Di Nardo 1, Doronzo, Fidel 2, Mazzarol, Modrusan, Mustapic 4, Pernic 2, Popovic 3, Radojkovic 10, Sandrin 2, Valdemarin 2, Visintin, Zoppetti, Nait. Allenatore: Carpanese.
Alperia Merano: Campestrini, Christanell, Curic 1, Durnwalder, Freund 2, Gai, Glisic 2, Innerhofer, Martelli, Martini 1, Petricevic 3, Prantner M. 6, Prantner L. 5, Stricker A. 1, Stricker L. 2, Visentin 1. Allenatore: Prantner.

GLI ALTRI CAMPI FANNO SORRIDERE L’ALABARDA – Nella 7ª giornata di ritorno, c’è qualche risultato a sorpresa: cade la capolista Conversano, che cede il passo al Bozen (28-21 a Bolzano) e vede i tirolesi accorciare a -2 (e con una gara in più da giocare). Sempre in corsa anche Cassano Magnago, che vince contro Fondi (23-22) e ora è terzo a 29 punti (-3 da Conversano e con una partita in meno). In coda, la sconfitta di Gaeta a Bressanone (36-25 per il Brixen) fa esultare la Pallamano Trieste, che stacca i laziali, ora soli in penultima posizione; torna a vincere il Metelli Cologne, che centra un importantissimo successo esterno contro lo Sparer Eppan e si porta a quota 7, sempre ultimo ma ora con sole tre lunghezze di ritardo da Gaeta (che, va ricordato, ha però giocato una gara in meno rispetto a Cologne).
I risultati: 
Cassano Magnago – Fondi 23-22;
Ego Siena – Raimond Sassari 23-37;
Pallamano Trieste – Alperia Merano 26-24;
Brixen – MFood Carburex Gaeta 36-25;
Sparer Eppan – Metelli Cologne 22-23;
Bozen – Conversano 28-21;
Pressano – Junior Fasano 32-22.

La classifica:
Conversano 32
Bozen* 30
Cassano Magnago* 29
Raimond Sassari* 27
Ego Siena 27
Brixen 26
Pressano 19
Alperia Merano 16
Junior Fasano* 14
Fondi 13
Pallamano Trieste* 12
Sparer Eppan 12
MFood Carburex Gaeta* 10
Metelli Cologne 7.
*una partita in meno.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore