9.7 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Trieste, boom di turisti nel 2019, grande successo per mostre e musei

21.2.2020 – 10:15 – Oltre un milione e centomila il numero di visitatori che, nel corso del 2019, hanno visitato i principali poli artistici e culturali della nostra città, come musei, biblioteche, mostre ed esposizioni. Un dato importante che dimostra come il Comune di Trieste sia impegnato e stia compiendo passi avanti fondamentali per lo sviluppo dell’offerta culturale del capoluogo di Regione. Il totale complessivo delle visite ammonta a 1.158.020 unità con un +19% rispetto al 2018, quando le presenze toccarono quota 972.439. A renderlo noto, presso il Museo Orientale, l’assessore comunale alla Cultura assieme alle direttrici del Servizio Musei e Biblioteche, Laura Carlini Fanfogna e al Servizio Promozione Turistica Francesca Locci.

Entrando nel dettaglio, i civici musei hanno conquistato 671.200 dei visitatori, con una crescita del +10% rispetto l’anno precedente. Su tutti, il Castello di San Giusto (129.669 visitatori) e la Risiera (128.334). Numeri di tutto rispetto anche per la Foiba di Basovizza (122.394 visite), il Museo Revoltella (62.111), e il Museo di Antichità Winckelmann (58,708); quest’ultimo scenario di diversi eventi collaterali come ‘’Legiomania’’ e lo spettacolo teatrale ‘’Morire per quattro monete’’.

Bene anche l’Aquario Marino che, con 54.480 visite ha fatto alzare l’asticella del +2,1% rispetto al 2018.

In forte ascesa anche il Museo di Storia Naturale, con 23.261 ingressi (+13,2%), il Museo Schmidl con 20.332 ingressi (+9,6%), il Museo d’Arte Orientale con 12.906 visitatori (+21,8%), i musei letterari Sveviano e Joyce, con 11.405 visitatori e una crescita del 45,5%, il Museo d’Heriquez che, con 10.070 visitatori ha visto aumentare il numero delle visite del +17% rispetto l’anno precedente. Ultimo dei ‘’big’’, il Museo del Risorgimento che, con 10.270 visitatori ha aumentato il numero delle visite del +69% rispetto l’anno precedente. I restanti musei non menzionati non hanno raggiunto la soglia dei 10.000 visitatori annui ma, nonostante ciò, hanno conquistato anch’essi risultati positivi ben oltre le 7.000 presenze.

Durante la conferenza, è stato menzionato l’ulteriore impegno messo in campo dall’Amministrazione Comunale sul fronte delle infrastrutture culturali con un investimento di 6.5 milioni di euro, infatti, si è voluto valorizzare il Polo del Magazzino 26, gli spazi dell’Aquario e alcuni ambienti della Risiera di San Sabba, richiedenti lavori di manutenzione e messa in sicurezza.

Ritornando al primato del milione e centocinquantottomila visitatori, al termine della conferenza è stato evidenziato come, per la prima volta, nel 2019, Trieste abbia maturato un numero tale di turisti da dover aggiungere tre zeri in fondo al tradizionale dato del bilancio di fine anno. Un dato sulla quale l’attuale amministrazione comunale sa benissimo di non potersi adagiare ma, piuttosto, prendere come punto di partenza per migliorarsi e offrire ancora di più nel corso del corrente anno. La mostra su ”Escher”, attualmente in corso presso il ”Salone degli Incanti” di Riva Nazario Sauro 1, in soli due mesi ha già superato i 25.000 biglietti staccati. Indubbiamente, un buon inizio.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore