8.4 C
Trieste
giovedì, 1 Dicembre 2022

”Questo non è amore”, il camper della Polizia per ascoltare le donne vittime di violenze

13.2.2020 – 09:30 – Le donne che subiscono atti di violenza hanno un modo in più per parlarne e trovare aiuto: attraverso l’iniziativa ”Questo non è amore”. Il progetto, ideato e promosso dalla Direzione centrale anticrimine del Dipartimento della pubblica sicurezza, ha l’obiettivo di superare gli stereotipi e i pregiudizi per diffondere una nuova cultura di genere e aiutare le vittime di violenza a vincere la paura, rompendo la fitta rete di isolamento e vergona. Nei due anni della prima fase del progetto, a cui avevano aderito 22 questure, sono state quasi 80 mila le vittime di violenza che si sono rivolte alla Polizia.

Nel 2019 è partita l’ultima fase dell’iniziativa permanente alla quale hanno aderito tutte le questure che, con modalità diverse, nelle piazze e nei centri di aggregazione saranno a disposizione con materiale illustrativo e personale specializzato per dare informazioni e per raccogliere le testimonianze di chi, spesso, ha ancora esitazione a denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di Polizia.

Per sensibilizzare l’opinione pubblica su una maggiore consapevolezza, per combattere la violenza sulle donne, il personale delle questure, oltre ad essere tra la gente con i camper e stand informativi, sarà nelle scuole e nelle università per incontrare gli studenti e parteciperà ai convegni per far emergere storie con risvolti non solo giuridici, ma anche culturali e sociali.

Il camper della Polizia di Stato, il 14 Febbraio, a Trieste:

Nel giorno di San Valentino, ritornerà a Trieste il camper della Polizia di Stato utilizzato nell’ambito della campagna istituzionale ”Questo non è Amore”. Il veicolo fungerà da punto d’ascolto e di supporto al personale coinvolto. Sarà presente dalle ore 10, alle ore 11:30, in Piazza Untià d’Italia e dalle ore 12 alle ore 13:30, in Piazza San Giacomo.

 

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore