27.4 C
Trieste
sabato, 25 Giugno 2022

Il Civico Museo d’Antichità “J.J.Winckelmann” si rifà il look

17.01.2020 – 08.00 – E’ stato ufficialmente presentato il nuovo allestimento delle prime tre sale del Civico Museo d’Antichità “J.J.Winckelmann”, realizzato grazie al finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia in occasione del 170° anniversario della nascita di Carlo Marchesetti e nell’ambito del progetto “Il museo per tutti”. Il nuovo percorso espositivo delle sale, che saranno inaugurate oggi alle ore 16.00, è stato illustrato dall’assessore comunale alla Cultura Giorgio Rossi, dalla direttrice del Servizio Musei e Biblioteche Laura Carlini Fanfogna, dalla conservatrice del Museo Marzia Vidulli Torlo e dalla curatrice scientifica Manuela Montagnari Kokelj.

Un “lavoro importante, portato a termine grazie all’impegno di uno staff molto motivato ed appassionato” ha ribadito l’assessore Rossi, auspicando che con “l’assidua opera di ricerca e di studio in ambito storico-archeologico e con il prossimo rinnovo delle altre sale espositive si riesca ad attrarre un ulteriore maggior numero di visitatori.”

L’apertura delle tre nuove sale fa parte del progetto più ampio nell’ambito del riallestimento della sezione preistorica, che coinvolge l’intero primo piano del Museo. “Le sale sono state corredate da pannelli e schede esplicative dei numerosi reperti con un linguaggio adatto a tutte le fasce di pubblico” ha spiegato Laura Carlini Fanfogna. “Con i prossimi finanziamenti lavoreremo per la completa riqualificazione del Museo e collaboreremo come già fatto con le vicine Slovenia e Croazia per la realizzazione di mostre.”

Ad illustrare nel dettaglio il nuovo allestimento, la conservatrice del Museo, Marzia Vidulli Torlo: “Desideravo esporre il materiale in modo nuovo e far capire la stratigrafia con le varie epoche storiche, in tal senso ho riorganizzato le otto sale” spiega. “Viene così presentata la ricchezza dei materiali custoditi dal Museo attraverso un percorso circolare, che si può visitare sia in senso orario, dai periodi più antichi all’epoca romana, sia in senso antiorario, procedendo come l’archeologo durante lo scavo, che ‘sfoglia’ le epoche più recenti per arrivare in fondo, a quelle più antiche. All’interno di questo percorso però” aggiunge “le sale riescono a presentare separatamente i diversi siti”.

L’intervento si è avvalso di un gruppo di lavoro costituito da personale del Servizio Musei e Biblioteche e da ditte e professionisti esterni con la direzione di Laura Carlini Fanfogna, si deve a Marzia Vidulli Torlo e Marino Ierman il progetto di allestimento, realizzato da Euro & Promos con il coordinamento e l’editing di Anna Krekic. I testi in lingua inglese sono di Susanna Moser e la realizzazione del prodotto multimediale è di Divulgando. Hanno collaborato il personale del Museo d’Antichità, della Biblioteca e della Fototeca dei Civici Musei di toria ed Arte, Deborah Arbulla (Museo Civico di Storia Naturale) e Gabriella Norio (Archivio Diplomatico). Il coordinamento amministrativo è di Alessia Neri, con la collaborazione di Francesco Recanati e Michela Martini. Il coordinamento generale è di Stefano Bianchi.

spot_img
Avatar
Nicole Petruccihttps://www.triesteallnews.it
Giornalista iscritta all'Ordine del Friuli Venezia Giulia. Direttrice responsabile

Ultime notizie

Dello stesso autore