16.8 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

Usava un contrassegno invalidi contraffatto. Denunciato dalla Polizia Locale

24.05.2019 | 12.30 – Usava un contrassegno invalidi rubato per non dover penare per trovare posteggio in città, ma il trucchetto è stato smascherato dagli uomini della Polizia Locale.

Da qualche tempo le Forze dell’Ordine, visti i diversi episodi registrati di occupazione abusiva dei parcheggi riservati, ha deciso di prestare maggiore attenzione per scoraggiare l’uso improprio del contrassegno. Nel corso di alcuni controlli, nei giorni scorsi la pattuglia del Distretto B di Via Giulia ha notato Peugeot 508 regolarmente posteggiata nello stallo riservato agli invalidi di Via Giustiniano. A destare la perplessità degli agenti il contrassegno esibito, il quale riportava lo stesso numero seriale di quello di un’altro veicolo precedentemente controllato. Poco prima infatti, la Polizia Locale aveva verificato i dati di una Volkswagen Passat, parcheggiata negli stalli invalidi di Via Carducci 6, risulta a norma.

La pattuglia è quindi risalita all’intestatario del documento, il proprietario della Peugeot 508, e raggiunto il titolare presso la sua abitazione per fare luce sulla vicenda. Sciogliendo ogni dubbio, l’uomo ha raccontato agli agenti di aver perso il contrassegno tempo prima e di averne richiesta una copia al suo Comune di residenza. Mostratagli una foto dell’attestato esibito dall’altro veicolo, il legittimo proprietario lo ha riconosciuto; dall’ingrandimento della foto sul cellulare gli operatori hanno riscontrato che alcune scritte -ad occhio nudo difficili da osservare- erano state cancellate, accertando la doppia violazione ovvero per uso improprio di contrassegno e parcheggio irregolare.

Ritornati in Via Giustiniano, gli agenti della Stradale hanno chiamato il carroattrezzi per far rimuovere la Peugeot. Mentre erano in corso le operazioni, sul posto è sopraggiunto il proprietario che ha ammesso di aver raccolto il contrassegno da terra e di aver deciso di usarlo, senza pensarci troppo. La bravata però gli è costata, oltre le spese della rimozione, una sanzione da 87 euro e la decurtazione di 2 punti sulla patente con sequestro immediato del contrassegno e una denuncia per uso di atto falso.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore