Cattinara, nuovo Pronto Soccorso. Un ‘ospedale nell’ospedale’

03.05.2019 – 09.24 – Parte la riorganizzazione del Pronto Soccorso dell’ospedale di Cattinara: è l’annuncio dato ieri dal vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Durante la visita del vicegovernatore è stato illustrato il nuovo percorso avviato per il Pronto Soccorso di Cattinara stesso.

La riorganizzazione prevede una nuova unità di valutazione rapida, denominata RAU – Rapid Assesment Unit, nonché la creazione di un’area di osservazione attrezzata che permetterà, ove necessario, il monitoraggio dei pazienti del Pronto Soccorso per 24-36 ore prima del passaggio al ricovero; gli accompagnatori e i familiari avranno a disposizione uno spazio in cui attendere in maniera regolamentata. Attenzione particolare è stata posta anche ai cosiddetti ‘codici verdi‘, ovvero tutti i pazienti che all’arrivo nella struttura e dopo il primo esame vengono ritenuti non gravi e si trovano quindi ad aspettare molte ore senza essere visitati; il nuovo Pronto Soccorso, proprio ai ‘codici verdi’, promette una riduzione dei tempi d’attesa. La filosofia presentata è quella che vede la struttura non più come punto di passaggio del paziente verso il ricovero e le aree di degenza, ma spazio per il trattamento delle urgenze e di gestione dei ricoveri stessi: un ‘ospedale dentro l’ospedale’, quindi, con un avvio al trattamento sanitario ospedaliero solo dove necessario, in una strategia di accorpamento con la Medicina d’Urgenza. Anche le persone in età avanzata sono un punto di grande attenzione: Trieste, con i suoi molti anziani, numerosi dei quali vivono da soli, rappresenta una situazione modello per quanto riguarda quella che sarà la demografia italiana dei prossimi venticinque anni, mano a mano che le generazioni più numerose degli anni Sessanta e Settanta, ora cinquant’enni, si avvieranno alla terza età; per gli anziani, il Pronto Soccorso, in particolare con il mutamento di ruolo attualmente in corso per il medico di base, diventa un punto al quale rivolgersi per molte necessità di natura sanitaria e, spesso ma comprensibilmente impropriamente, assistenziale. La Regione Friuli Venezia Giulia ha ravvisato la necessità di un cambio organizzativo, anch’esso in corso, per il quale sono stati stanziati 320 mila euro: saranno utilizzati per le strumentazioni e l’adeguamento degli spazi.

Per il bando di selezione, hanno presentato la loro candidatura 18 professionisti per 6 posti disponibili; il nuovo Pronto Soccorso di Cattinara, quindi, attrae l’interesse del personale medico, anche se il momento vede difficoltà, visto il loro basso numero, nel reperimento e selezione di professionisti specializzati. Sono previste le assunzioni di 6 nuovi medici in aggiunta al personale presente, 9 infermieri e 4 operatori socio sanitari. Il tempo massimo previsto per la realizzazione di lavori necessari alla completa attuazione del processo di riorganizzazione è di tre mesi.