Consiglio di Stato, ricorso contro Claudio Giacomelli respinto in quanto infondato

22.01.2019 – 11.43 – La Terza Sezione del Consiglio di Stato, in sede giurisdizionale, ha respinto in via definitiva in quanto improcedibile oltre che infondato il ricorso presentato alla fine dello scorso anno scorso da Franco Bandelli e Lanfranco Sette nei confronti dell’elezione al Consiglio Regionale, con “Fratelli d’Italia”, di Claudio Giacomelli.

Bandelli e Sette chiedevano che il seggio fosse attribuito a loro in base al complicato meccanismo dei resti, e avevano richiesto l’annullamento della sentenza con cui il TAR del Friuli Venezia Giulia aveva già dichiarato inammissibile il ricorso di primo grado. Claudio Giacomelli, in proposito, si era costituito in giudizio sottolineando l’esattezza della decisione del TAR e l’infondatezza delle ragioni dei due appellandi, rimarcando di aver ricevuto più preferenze di entrambi i ricorrenti così come il fatto che “Fratelli d’Italia Trieste” avesse ricevuto una percentuale di voti più alta delle liste di Bandelli e Sette.

Claudio Giacomelli, vittorioso nella nuova e definitiva sentenza, non ha rilasciato dichiarazioni se non un lapidario: “si tratta di questioni burocratiche di scarso interesse per i cittadini, ora proseguiamo il lavoro per la nostra Regione che è l’unica cosa che conta veramente”.