Manovra, Serracchiani (Pd): “Norme ad hoc ci sono, ma non per FVG”

24.12.2018 – 19.08 – “Spiace dirlo ma Patuanelli si arrampica sugli specchi quando sostiene che il M5S avrebbe fatto la scelta di non incidere sulle singole regioni con emendamenti puntuali. Semplicemente in Friuli Venezia Giulia sono arrivate appena un paio di minuscole briciole dalla mangiatoia gialloverde, perché nessuno della maggioranza ha avuto la forza di strappare di più al Governo, e questo la dice lunga su quanto pesano”.

Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, commentando le spiegazioni del presidente del gruppo M5S al Senato Stefano Patuanelli, secondo il quale “la legge di bilancio non è il favore agli amici”.

Per Serracchiani “è vero il contrario: le norme ad hoc ci sono eccome, altrimenti ci spieghi i 185 milioni in tre anni per le metropolitane della Roma di Virginia Raggi, che si prende anche 40 milioni per tappare le buche. O le milionate agli aeroporti del sud. Qui invece abbiamo dovuto combattere anche per quello che negli anni scorsi il Governo metteva da sé in finanziaria, come i fondi per gli Esuli e i rimasti, scomparsi di giorno e più o meno ricomparsi a tarda sera dopo che già la Lega si scusava e montava lo scandalo, o i contribuiti al quotidiano Primorski, salvo soprattutto per le pressioni interne e per l’intervento diplomatico della Slovenia”.

“Misurando l’autorevolezza nazionale della leadership regionale su questo primo tempo dei rapporti con Roma, rimane ben poco. Aspettiamo il 2019 e vedremo il seguito”, conclude Serracchiani.

[c.s.]