ESOF2020, Trieste si presenta a Bruxelles. De Monte: “Importante ritorno economico e di prestigio internazionale”

10.11.2018 – 11.18 – Qualche giorno fa, il 7 novembre, Trieste è stata presentata a Bruxelles come sede di ESOF 2020, nella sua nuova denominazione di “città della scienza”. Il 2020 sarà un anno fondamentale tanto per il piccolo capoluogo, quanto per le grandi realtà scientifiche internazionali: il programma di ricerca europeo Horizon2020 (2014-2020) cederà il passo a Horizon Europe, che fisserà le priorità dell’Unione in fatto di Ricerca e Innovazione, oltre a sancire i finanziamenti per gli enti di ricerca addirittura per il prossimo decennio, o quasi (2020-2027). Le istituzioni europee hanno infatti adottato la scienza come un importante strumento e collegamento per la diplomazia con il seguente motto: “Diplomazia per la scienza e la scienza per la diplomazia”.

Obiettivo dell’iniziativa è stata far conoscere a una platea di qualificati rappresentanti dell’UE e di soci e simpatizzanti dell’Associazione Giuliani nel Mondo le caratteristiche che hanno reso possibile il successo della candidatura di Trieste a Capitale europea della Scienza, l’evento ESOF 2020 e le sue possibili ricadute.

“Il connubio tra Trieste e il mondo della scienza è straordinariamente forte e un evento come ESOF 2020, che ho sostenuto sin dall’inizio, creerà spazio per nuove opportunità nel campo della ricerca, dell’innovazione e dello sviluppo, oltre a garantire alla città un importante ritorno sia in termini economici che di prestigio internazionale – dichiara l’On. Isabella De Monte.

“Ospitare questa iniziativa di presentazione di ESOF 2020 al Parlamento europeo è per me un orgoglio, perché sono convinta che oggi non ci possa essere luogo più adatto di Trieste per un evento simile: la città è sede di numerose realtà scientifiche di altissimo livello ed è ponte naturale verso i Balcani, cui l’Europa guarda giustamente con grande attenzione e interesse. Nel 2017 avevo sostenuto la candidatura di Trieste e oggi sono lieta che il capoluogo della mia regione possa ospitare un evento così importante. Quale componente della commissione Trasporti e turismo al Parlamento europeo e delle Delegazioni per i rapporti con la Macedonia e il Montenegro, sono certa che ESOF 2020 sarà una straordinaria occasione di sviluppo per la più europea delle città italiane”.

“Il Circolo di Bruxelles dell’Associazione Giuliani nel Mondo è da sempre attento agli eventi legati al territorio della regione e della Venezia Giulia che implichino anche una rilevante dimensione europea – sottolinea Dario Locchi – L’appuntamento che organizziamo oggi è stato accolto con entusiasmo dal Comitato Organizzatore di ESOF2020 e da AREA Science Park e subito approvato e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia. La mia personale partecipazione a questo evento del ricco calendario annuale realizzato dal nostro Circolo di Bruxelles vuole testimoniare la condivisione e il pieno sostegno di tutta l’Associazione Giuliani nel Mondo”.

“ESOF 2020 ha come baricentro e luogo di elezione la città di Trieste ma come proiezione e prospettiva tutta l’area dell’Europa centrale e centro-orientale – spiega Sergio Paoletti – . Sono state oltre 100 le lettere di supporto alla candidatura di Trieste Città della Scienza 2020 da parte di prestigiose istituzioni scientifiche e università dell’Europa centro-orientale. Inoltre, Trieste in questo momento sta godendo sul piano internazionale di una certa visibilità, non più tardi di una settimana fa sono stato a Vienna all’Unido e anche in quella sede l’annuncio di ESOF 2020 è stato particolarmente apprezzato. L’eredità che contiamo ESOF lascerà a Trieste è il consolidamento di un centro permanente di attività scientifiche di divulgazione, scambio e crescita che non tocchi solo il tema della scienza ma anche quello strettamente collegato dell’innovazione”.

“A mio avviso la designazione di Trieste come Capitale Europea della Scienza 2020 è molto di più che un riconoscimento alla città e al suo “sistema della Scienza” – è la considerazione di Giorgio Perini, attaché Concorrenza-aiuti di Stato-procedure d’infrazione della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE – Essa può rappresentare una straordinaria occasione di rinascita, di nuovo slancio, dell’Unione Europea al suo interno così come verso l’esterno. ESOF 2020 ha infatti il merito di non presentarsi come elitario, o riservato solo agli addetti ai lavori, ma al contrario come espressione di genuina sussidiarietà, di occasione di approfondimento e, in prospettiva, di allargamento dell’UE partendo dal basso, cioè da istanze largamente sentite e condivise”.

ESOF – EuroScience Open Forum, la più rilevante manifestazione europea dedicata al dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica vedrà il suo culmine a Trieste dal 4 luglio al 10 luglio 2020 con un ricco programma di eventi il cui filo conduttore ideale sarà il motto: “Freedom for Science, Science for Freedom