7 C
Trieste
giovedì, 8 Dicembre 2022

Sanità, Fedriga-Riccardi: “I servizi delle aree giuliana e isontina saranno accorpati”

06.10.2018 – 12.25 – Una dichiarazione congiunta tra il governatore del FVG Massimiliano Fedriga e il vice con delega alla salute, Riccardo Riccardi, conferma e chiarisce alcuni dettagli a proposito della “contro riforma” del settore sanitario: “La riforma della sanità del Friuli Venezia Giulia porterà alla strutturazione di un sistema basato su tre macro-ambiti, il mantenimento dell’unità tra aziende sanitarie e territoriali e la creazione di una struttura regionale di coordinamento”.

La riforma è stata ultimamente criticata dalle segreterie di Cgil, Cisl e Uil e dal Movimento 5 Stelle, che ha prospettato il rischio d’una massiccia privatizzazione.

Fedriga e Riccardi hanno spiegato che “si tratta di riforma strutturata sulla base delle esigenze e delle istanze del territorio, che darà risposte concrete alle necessità del territorio stesso. Il nostro obiettivo primario è la tutela della salute dei cittadini, che hanno il diritto di godere di prestazioni di alto livello”.

“Per raggiungere questo traguardo è necessario ottimizzare i servizi e favorire le economie di scala, al fine di ottimizzare gli investimenti e assicurare ricadute positive per i pazienti. Proprio per questo, i servizi delle aree giuliana e isontina saranno accorpati, allo stesso modo in cui sarà ricreata l’omogeneità nell’area udinese“.

I vertici della giunta hanno precisato che “l’ipotesi di una separazione netta tra aziende sanitarie e territoriali avrebbe portato alcuni benefici ma, dopo un’analisi dettagliata della situazione, è prevalsa la volontà di non aumentare la pressione su un sistema che negli ultimi anni ha già subito una profonda ristrutturazione, i cui effetti non sono ancora stati del tutto metabolizzati”.

Inoltre, Fedriga e Riccardi hanno chiarito che “dopo un proficuo dialogo con tutti i soggetti interessati, ovvero operatori dell’ambito socio-sanitario, portatori d’interesse, ma soprattutto utenti e pazienti, abbiamo deciso di optare per la soluzione che causerà minore stress al sistema sanitario regionale. La nostra sanità è sempre stata al vertice nel panorama nazionale e questo riassetto garantirà di implementare ulteriormente sia il livello generale dei servizi sia quello delle numerose eccellenze presenti in Friuli Venezia Giulia”.

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore