La singolare scelta di Ilaria

L’esperienza che ha deciso di fare Ilaria Mosetti, studentessa iscritta al terzo anno del Liceo Carducci Dante di Trieste è quanto mai singolare e proprio per questo abbiamo voluto farcelo raccontare in prima persona.
Ilaria, com’è nata l’idea di andare a studiare per un anno proprio in Russia, dal momento che non frequenti nemmeno un liceo linguistico ma un liceo musicale?
I: Viaggiare e stare a contatto con tutto ciò che è diverso è sempre stato un mio sogno fin da quando ero piccola. Ho deciso di non farmi fermare dal corso di studio che ho scelto perché questa non è solo un’opportunità legata allo studio ma anche alla vita.
I tuoi genitori ti hanno supportata in questa tua importante scelta?
I: Sì, ho sempre avuto il supporto dei miei genitori e di tutte le persone accanto a me, sia quando ho deciso di partire che in tutti i momenti bui e di dubbi che ho avuto, normalissimi in una scelta importante come questa. Ed è a loro che mi sento di dire спасибо (grazie).
Dove andrai esattamente e quanto tempo durerà la tua permanenza all’estero?
I: Andrò ad Ivanovo, una città della grandezza di Bologna, a 250 chilometri da Mosca. Rimarrò lì per 10 mesi.
Immagino che ti manterrai in contatto con la scuola?
I: Ovviamente, mi è stato affidato un insegnante di riferimento che mi aiuterà a tenere informati tutti i compagni e gli insegnanti e a rimettermi in carreggiata quando tornerò.
E per la lingua come farai? nella tua scuola si parla inglese?
I: La lingua che si usa in tutto lo stato e nel sistema scolastico è il russo, perciò sarà necessario impararlo. Sono molto entusiasta perché io amo le lingue e sarà sicuramente anche un gran incentivo lavorativo.
Che insegnamenti pensi di trarre da quest’esperienza dal punto di vista scolastico?
I: Ho deciso di partire anche per sperimentare delle metodologie scolastiche diverse e poter “importare” i lati positivi qui, nella mia classe, per me, i miei compagni e i miei insegnanti.
Cosa ti aspetti da questa avventura?
I: Mi aspetto di crescere, di affrontare esperienze che ora non posso nemmeno immaginare, di sviluppare spirito critico nei confronti di ogni situazione, anche quella più difficile, di ampliare la mia concezione e il mio rapporto con culture diverse.

Ilaria Mosetti durante un concerto
Ilaria durante un concerto

Una scelta molto particolare quella di Ilaria, che la porterà a stare lontano dalla sua famiglia, dai suoi cari, dalla terra in cui è nata e che si troverà a vivere tra persone con una cultura molto diversa dalla sua. Ma Ilaria è una tosta, non solo ottima studentessa ma anche giovane donna grintosa, intraprendente, ingorda di conoscenza. Questa nuova avventura sarà sicuramente foriera per lei di importanti traguardi.